Basket, Serie A: Acea Roma-Montepaschi Siena 70-81

E’ Siena a imporsi nel monday night del basket italiano contro la Virtus Roma. Una gara dai due volti, dominata per tre quarti dai toscani e poi improvvisamente riaperta nel finale da una Virtus mai doma, come accaduto qualche settimana fa nella trasferta di Milano.

A Siena si dimostrano subito dei veri cecchini e il primo periodo si chiude con i toscani in avanti (11-25); un vantaggio costruito principalmente dalla distanza con un 6/12 nei tentativi da tre. I romani, tenuti a galla da Goss, non riescono a mantenere il passo degli avversari e pagano una serata decisamente negativa sotto canestro anche per gli appoggi più semplici. Gli uomini di Calvani sembrano accusare il peso della partita con un gioco troppo nevrotico e il raggiungimento del bonus falli con largo anticipo.

Il parziale di 9-0 con cui Roma accorcia nel 2° periodo è solo una momentanea illusione per il pubblico di viale Tiziano; Siena aggiusta la mira e grazie alla coppia Brown-Ress mantiene a debita distanza i padroni casa ancora alle prese con le proprie paure sotto il tabellone. La partita scivola fino al +20 senese (29-49) firmato da Bobby Brown, ma proprio quando la partita sembra ormai orientata verso la vittoria degli ospiti, improvvisamente si accende l’orgoglio di Roma che piano piano riduce il vantaggio e rientra in partita. Nel momento di miglior splendore dei padroni di casa, però, arriva l’ingenuo 5° fallo di Laval che complica i piani dei capitolini e così, come avvenuto a Milano, la rimonta virtussina non si completa e Siena tira un sospiro di sollievo, portando a casa la quinta vittoria stagionale.

7a Giornata

Sassari-Avellino 102-81
Biella-Varese 60-77
Montegranaro-Reggiana 80-94
Brindisi-Pesaro 72-55
Cantù-Cremona 87-60
Caserta-Virtus Bologna 65-56
Milano-Venezia 100-105
Roma-Siena 70-81

Classifica: Varese 14, Sassari 12, Cantù, Siena 10, Roma, Virtus Bologna, Reggiana 8, Venezia, Milano, Brindisi, Caserta 6, Cremona, Montegranaro, Pesaro, Avellino 4, Biella 2

Condividi
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal.