Super Atalanta: l’Inter ko dopo 10 vittorie di fila in trasferta

L’Atalanta costringe l’Inter a tornare a Milano senza punti, complice una grandissima prestazione dei padroni di casa. Bonaventura apre le danze con una bella incornata, Guarin illude gli ospiti pareggiando, ma poi si sveglia “El Tanque” Denis realizzando una doppietta fatale ai nerazzurri. Inutile il goal di Palacio nei minuti finali, Inter nuovamente a -4 dalla Juve.

PALACIO SPRECA, BONAVENTURA PUNISCE – Stramaccioni rivoluziona l’Inter passando alla difesa a 4, con Cambiasso dirottato a centrocampo per dare fastidio a Moralez. I ritmi sono alti e la prima occasione del match capita tra i piedi di Guarin, che dimostra tutta la sua forza fisica arrivando sul fondo e crossando un ottimo pallone, sul quale è brava la difesa bergamasca a liberare. La rete che sblocca il match arriva, però, nell’altra metà campo: Peluso arriva sul fondo e crossa col mancino per Bonaventura, bravo a inserirsi coi tempi giusti e a battere un incolpevole Handanovic. La reazione dell’Inter è timida, complice un ottimo pressing dei padroni di casa, ma sulle palle inattive la formazione di Stramaccioni si conferma pericolosa: angolo di Cassano, sponda di Silvestre e incornata di Palacio, fermato soltanto da un superbo Consigli. Superata la mezz’ora, l’Atalanta si presenta ancora davanti alla porta di Handanovic con Denis, imbeccato alla perfezione da Scheletto, ma ‘El Tanque’ colpisce male e si divora in modo clamoroso il possibile gol del KO tecnico. Nel finale di frazione ancora l’Inter, con Palacio, avrebbe l’occasione di pareggiare, con Cassano che, da fermo, trova a meraviglia l’argentino, ma Consigli risponde presente.

IL RISVEGLIO DEL “TANQUE” – Colantuono e Stramaccioni confermano gli stessi ventidue in campo, ma è la formazione ospite ad andare vicino al gol con una conclusione da lontano di Guarin, deviata in angolo da Consigli. Il colombiano, che nel primo tempo aveva cercato più volte la conclusione da lontano, riesce a pareggiare la partita scagliando, da punizione, una bomba nello specchio della porta: Consigli non è perfetto, è 1-1. Neanche il tempo di disperarsi che la formazione di Colantuono torna nuovamente avanti: Cigarini gestisce perfettamente una seconda palla servendo sull’esterno Maxi Moralez, il quale scaglia un pallone forte sui piedi di Denis, che questa volta non sbaglia. La partita si accende, le due squadre si affrontano a viso aperto, e a farne le spese è l’Inter: Moralez scappa sulla sinistra, Silvestre entra in scivolata prendendo palla e uomo, ma Damato concede comunque la massima punizione. Denis si presenta sul dischetto e non sbaglia, firmando la doppietta personale. L’uno-due dell’Atalanta è micidiale per i nerazzurri, che rischiano di affondare ancora se non fosse per merito di uno strepitoso Handanovic, ma alla fine riescono ad accorciare le distanze grazie al sinistro di Palacio, stavolta freddo davanti a Consigli. Tutto inutile, perché l’Atalanta ferma la striscia consecutiva di vittorie dell’Inter, ributtandola a -4 dalla Juventus.

ATALANTA-INTER 3-2 (1-0)

Atalanta (4-4-1-1): Consigli; Raimondi, Stendardo, Manfredini, Peluso; Schelotto, Carmona (83′ Cazzola), Cigarini (72′ Biondini), Bonaventura; Moralez; Denis (77′ Parra). A disp.: Frezzolini, Polito, Ferri, Lucchini, Brivio, Matheu, De Luca, Troisi, Marilungo. All.: Stefano Colantuono.
Inter (4-3-2-1): Handanovic; Zanetti (78′ Livaja), Silvestre, Juan Jesus, Nagatomo; Guarin, Gargano, Cambiasso (72′ Alvarez); Palacio, Cassano (72′ Pereira); Milito. A disp.: Castellazzi, Belec, Mbaye, Romanò, Benassi, Duncan. All.: Andrea Stramaccioni.
Arbitro: Antonio Damato di Barletta.
Marcatori: 9′ Bonaventura (A), 56′ Guarin (I), 60′ e 67′ rig. Denis (A), 84′ Palacio (I).
Note: Ammoniti: Carmona, Peluso (A), Gargano (I). Al 92′ espulso Facundo Parra per un colpo volontario a palla lontana.

Condividi
Nato a Genova nel maggio 1992; è un appassionato di calcio, basket NBA e pallavolo (sport che ha praticato per molti anni). Frequenta la facoltà di Scienze Politiche, indirizzo amministrativo e gestionale. Email: alelli@mondosportivo.it