Dybala fa sprofondare la Samp: al ‘Barbera’ è 2-0

Nell’ormai classico anticipo delle 12.30 il Palermo ha avuto la meglio sulla Samp di Ciro Ferrara per 2-0, meritando di gran lunga la vittoria avendo imposto sin dall’inizio il proprio gioco e non permettendo ai genovesi di rendersi realmente pericolosi. Paulo Dybala, diciannovenne talento scoperto dalla società di Zamparini, mette a segno i suoi primi due gol in serie A lasciando ben sperare per il futuro. Ottime anche le prove di Ilicic e soprattutto Brienza mentre rimandati in blocco gli uomini di Ferrara, che ora rischia a una settimana dal derby della Lanterna.

IL PALERMO CREA, LA SAMP… NON REAGISCE- I rosanero si rendono subito pericolosi prima con Paulo Dybala e poi con Ilicic, il quale calcia altissimo dopo una splendida azione di Brienza sulla sinistra con tunnel sull’esordiente Mustafi. La Samp del primo tempo è veramente poca cosa e lascia spazio ai padroni di casa che ancora con Dybala sprecano davanti a Romero l’occasione del possibile 1-0. Il diciannovenne ex Istituto chiude troppo il diagonale e il pallone finisce sul fondo vanificando così l’illuminante assist di Ilicic. Ma è Brienza, nettamente il migliore dei suoi nella prima frazione, l’incubo peggiore della retroguardia di Ciro Ferrara e dopo la sua ennessima serpentina entra in area e serve Dybala il cui tiro però viene nuovamente bloccato. Nel finale è Barreto che va vicino al gol. Un pasticcio di Rossini infatti consente a Dybala di rubare il pallone e permettere al centrocampista di calciare verso la porta ma la conclusione si abbatte sulla sagoma di Romero in uscita.

DYBALA SHOW, FERRARA TREMA– La ripresa si apre così come era terminata il primo tempo e cioè col Palermo in controllo della partita. In un minuto Ilicic ci prova due volte dalla distanza ma anche stavolta non è fortunato. Il gol è però nell’aria e arriva puntualmente al 52′. Ancora un ottimo Brienza attira su di sè due avversari e lascia libero lo spazio per servire Dybala che fulmina Romero sul primo palo. Grande esultanza per gli uomini di Gasperini i quali vedono allontanarsi i fantasmi della bassa classifica. La Samp prova una timida reazione con una bella triangolazione tra Maresca e il neo entrato Icardi e con una punizione dello stesso centrocampista ex Juve. Un semplice fuoco di paglia che anticipa il raddoppio siglato ancora da Dybala, lasciato colpevolmente solo in area di rigore. Il talento trafigge ancora Romero con una staffilata stavolta sul palo lontano. La partita si chiude di fatto quì e c’è solo il tempo di una parziale rivincita dell’estremo difensore dorian0 il quale compie un miracolo ancora sullo scatenato Dybala, lanciato a rete direttamente da Ujkani. Triplice fischio e un 2-0 che può rilanciare le ambizioni del Palermo mentre per Ferrara l’uscita dal tunnel sembra ancora lontana.

PALERMO-SAMPDORIA 2-0 (0-0)

Palermo (3-4-2-1): Ujkani, Munoz, Donati, Von Bergen, Morganella, Barreto, Kurtic, Garcia, Ilicic (83′ Bertolo), Brienza (72′ Zahavi), Dybala (91′ Budan). A disp.: Benussi, Viola, Bertolo, Milanovic, Zahavi, Giorgi, Labrin, Budan, Arevalo Rios, Brichetto, Pisano, Aquino. All.: Gian Piero Gasperini.
Sampdoria (4-4-1-1): Romero, Mustafi, Rossini (83′ Juan Antonio), Gastaldello, Costa, Munari, Maresca, Obiang, Poulsen (46′ Estigarribia), Soriano (59′ Icardi), Eder. A disp.: Berni, Estigarribia, Renan, Castellini, Tissone, De Silvestri, Juan Antonio, Savic, Falcone, Icardi. All.: Ciro Ferrara.
Arbitro: Giannoccaro di Lecce
Marcatori: 52′ E 71′ Dybala (P)
Note: Ammoniti: Gastaldello, Eder (S), Munoz (P)

Condividi
Nato a Formia l’11 aprile 1991, grande appassionato di giornalismo sportivo. Segue con molto interesse il calcio nazionale ed internazionale, è molto attento alle trattative di calciomercato. Mondopallone è la sua occasione per crescere.