Il pupillo di Sacchi si chiama Andrea Stramaccioni

Arrigo Sacchi non nasconde che Stramaccioni sia il suo pupillo a cui vorrebbe affidare i giovani calciatori italiani, perché sta sorprendendo tutti e sta facendo molto bene. Sacchi direttamente dagli studi Mediaset dichiara: “Ricordo – dice come riporta Fcinternews.it – che volevamo offrirgli l’anno scorso la panchina dell’Italia giovanile, ma lui fu molto corretto dicendo che aveva già dato la sua parola all’Inter. Parlando mi disse che la sua squadra forse non aveva un gioco sempre armonioso, ma è un vero gruppo, gioca insieme. Stramaccioni ha avuto il merito di tirare fuori qualità che sembravano sopite in certi giocatori, se non addirittura perse. Stramaccioni a Torino ha sorpreso molti giornalisti presentandosi con tre punte, una delle quali, Cassano, non molto mobile. ma sono tutti grandi professionisti. Ho avuto la fortuna di conoscere gente come Samuel, Cambiasso, Zanetti, lo zoccolo duro di questa Inter, poi c’è la bella sorpresa Juan Jesus e quel Milito che oggi, al pari di Cavani, è il miglior attaccante in Italia”.

Condividi
Ponzese, ma trapiantato sulla terraferma per motivi di studio. Amante di qualsiasi campionato italiano, soprattutto di quello della Lega Pro e di tutto quello che si può abbinare alla parola "Fanta".