Marchisio: “La sconfitta contro l’Inter ci ha fatto bene”

Parla Claudio Marchisio, fiducioso dopo la bella vittoria in Champions League contro i danesi del Nordsjaelland. Nell’ambiente juventino è parsa come una risposta alla sconfitta contro l’Inter, e il centrocampista azzurro lo lascia intendere apertamente: “La sconfitta contro l’Inter ha riacceso in noi quella luce, quella cattiveria in più, quel ritmo che mancava da diverse partite. In Coppa si è rivista la Juve dell’anno scorso: stessa rabbia, stessa convinzione. Ma se è stata veramente salutare chiedetemelo dopo il Pescara, perché se la reazione è durata solo in coppa non possiamo definirla una sconfitta salutare“, dichiara a Tuttosport.

E, ancora: “Il fatto è che, dopo un periodo così lungo senza sconfitte, magari nutrivamo un po’ troppa fiducia in noi stessi. Non dico che avessimo preso la partita sotto gamba, ma certamente contro l’Inter non eravamo troppo sicuri di vincere, non abbastanza aggressivi nel recupero del pallone e concedevamo più del solito. Ed è cambiato tutto contro il Nordsjaelland, squadra che non è così scarsa come l’hanno descritta”. Chiude il discorso Champions caricando se stesso e i suoi, in vista dell’importantissimo incontro casalingo contro il Chelsea di Di Matteo: “Dovremo giocare come all’andata. Perché se è vero che siamo finiti sotto per 2-0 senza sapere, dobbiamo ripetere l’ottima prestazione e soprattutto la grande reazione che abbiamo avuto. Noi dobbiamo vincere, non dobbiamo fare calcoli e non penso che ne faranno pure loro“.

Infine, spende parole di elogio per il suo giovane compagno di reparto, Paul Pogba: “Ha delle doti fisiche che ricordano Vieira, tecnicamente è forse pure più forte, ma la carriera di Vieira deve ancora farla! Ha un futuro roseo, vedo in lui la giusta sfrontatezza che non è arroganza, ma coraggio. Non ha paura di mettersi in mostra, di osare, ma è umile”

Condividi
Nato a Gaeta nel 1988. Appassionato di (grande) calcio, ma anche di molti altri sport. Dopo aver calpestato svariati campi di terra ed erba, ha deciso di tentare la sua prima avventura in una redazione.