Il punto sul Pana: probabile formazione e dichiarazioni pre Lazio

INFORTUNI E PROBABILE FORMAZIONE. Il Panathinaikos parte alla volta di Roma con più di un interrogativo. Il modulo di Ferreira sfrutta molto le ali e, sul peso offensivo degli ateniesi, inciderà l’indisponibilità di Ibrahim Sissoko: l’ivoriano, infortunatosi nel derby contro l’AEK, è reduce da ottime prestazioni e rappresenta l’uomo ovunque, una saetta capace di guadagnare il fondo, per poi correre in difesa a raddoppiare sul portatore di palla. L’altro esterno da tenere d’occhio è Christodoulopoulos che, nonostante i problemi alla caviglia, sarà in panchina, ma probabilmente scenderà in campo Quincy con il recuperato Mavrias sull’altro lato: l’allenatore portghese non si è sbilanciato. Non ci saranno sicuramente i lungodegenti Boumsong, Andre Pinto, Pape Sow e Marinos.

In porta ci sarà Karnezis, davanti a lui la difesa a quattro con Seitaridis, Velazquez (in ballottaggio con Triandafillopoulos), Chouchoumis (adattato centrale) e Spyropoulos. Il centrocampo a tre sarà probabilmente composto da Vitolo, Zeca e Fourlanos, apparsi in forma contro l’AEK. In attacco partirà Toché (meno accreditato Fornaroli), affiancato da Mavrias e Quincy.

DICHIARAZIONI DI FERREIRA. “Non si sa mai come possano finire partite come questa: spero che i miei giocatori abbiano una reazione positiva per ripetere ciò che abbiamo fatto in Grecia. La Lazio è una squadra con giocatori esperti, forti tecnicamente e con una buona condizione e noi andremo là per giocare una buona partita: i miei giocatori devono dare tutto in campo”. Sugli infortuni ha commentato: “Da fine luglio abbiamo giocato tre partite a settimana e questo ha influenzato la nostra preparazione, dato che si fa un lavoro diverso da quello che si imposterebbe se si giocasse solo di domenica”. Poi torna a esprimersi sulla gara di domani: “Sarà difficile, loro giocano in casa e avranno il sostegno dei loro tifosi. Sono una squadra aggressiva, ma se saremo attivi sulla fascia, avremo un piglio grintoso e sfrutteremo le disattenzioni della Lazio, sono sicuro che faremo un risultato positivo“.

 

Condividi
Pavese classe '91, laureato in scienze politiche, per lui lo sport è uno specchio su cui si riflette la storia di un popolo. Stregato dal calcio inglese e greco, ama la politica, l'heavy metal e il whiskey. Email: fpiacentini@mondosportivo.it