E’ successo in Europa: l’Olympiakos torna a vincere, Steaua Bucarest inarrestabile

Jupiler League (Belgio), 14/a giornata – Sono lo Zulte-Waregem e l’Anderlecht le due nuove capolista della Jupiler League belga. La sempre più sorprendente formazione biancorossa del tecnico Dury compie l’impresa, violando lo stadio “Jan Breydel” di Brugges, infliggendo al Club Bruges la quarta sconfitta consecutiva in quello che alla vigilia si presentava come un vero e proprio scontro diretto; i biancomalva, dal canto loro, vincono facilmente sul campo del Mechelen. Alle spalle delle battistrada tiene il passo il Genk, che espugna il “Jules Ottenstadion”, la casa del quasi omonimo Gent. In zona retrocessione, dopo la bella vittoria ottenuta nel turno infrasettimanale, torna a perdere il Cercle Bruges: neroverdi ko a Mons e ultimi, a tre lunghezze di distanza dal Waasland-Beveren, che coglie tre punti d’oro andando a trionfare 2-1 ad Anversa contro il Beerschot.

Super League (Grecia), 9/a giornata – Dopo il mezzo passo falso di settimana scorsa, l’Olympiakos torna a macinare punti e vittorie: la formazione del Pireo batte all’inglese l’OFI Creta e sale in classifica a quota 25 punti,5 lunghezze in più del PAOK Salonicco, autore dell’impresa di giornata. Bianconeri corsari 2-1 al “Nea Smyrni” di Atene contro il Panionios padrone di casa nella gara che doveva decretare la vera rivale della capolista. Torna a gioire anche l’Asteras Tripolis, vincitrice contro il Giannina e che si mantiene nelle zone d’alta quota; tre punti pesanti soprattutto per il morale anche per il Panathinaikos: i verdi di mister Jesualdo Ferreira ringraziano Toché, autore della rete che stende i cugini dell’AEK. Situazione delicatissima proprio per i gialloneri, sempre più ultimi in graduatoria a quota 5 punti, a meno uno dalla coppia formata da Levadiakos e Panthrakikos Komotini, entrambe sconfitte nel week end.

Liga I (Romania), 14/a giornata – La Steaua Bucarest vince il derby con la Dinamo e allunga in vetta alla classifica, approfittando del contemporaneo pareggio casalingo del Pandurii, bloccato a sorpresa 2-2 al “Tudor Vladimirescu” dal modesto Drobeta Turnu Severin. I rossoblu capolista hanno ora ben 8 punti di vantaggio sulla rivale, agganciata al secondo posto dall’Astra Giurgiu, che fa suo l’incontro col Rapid Bucarest; risale la china, intanto anche il Vaslui, che fa sua la spettacolare partita giocata contro il Ceahlaul Piatra-Neamt, gara terminata con un pirotecnico 4-3 per i padroni di casa. Nonostante il prestigioso punto conquistato, in coda alla graduatoria rimane ultimo il già citato Drobeta Turnu Severin: i gialloblu hanno racimolato finora solamente 5 punti. Oltretutto vedono scappare via lo Iasi, autore di una prova maiuscola contro Universitatea Cluj, sconfitta con un rotondo 4-0.

Super Lig (Turchia), 10/a giornata – Continua senza soluzione di continuità il testa a testa in vetta alla classifica della Super Lig turca tra il Galatasaray e l’Antalyaspor; i campioni di Turchia in carica di mister Terim hanno vita facile sul campo dell’Istanbul Buyuksehir, battuto 3-1, mentre è stata meno agevole la vittoria dei biancorossi, capaci di superare 2-1 il sempre temibile Trabzonspor. Alle spalle delle battistrada è sempre sfida all’ultimo sangue, con ben otto squadre racchiuse nel giro di quattro punti, tra cui le nobili decadute Besiktas e Fenerbache, vincitrici e entrambe a quota 16 punti. In coda, ottima vittoria dell’ex ultima in classifica Elazigspor, che batte ad Ankara il Genclerbirligi; i biancorossi agganciano il Mersin a quota 8 punti, a meno uno dal Karabukspor.

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.