Donne, Serie A: Tavagnacco e Verona si dividono la posta

Foto Mario Luigi Riva

Ad avvantaggiarsi, anche senza aver giocato, può essere la Torres. Nel match di cartello della settima giornata di Serie A, Tavagnacco e Verona hanno impattato sull’1-1, apparentemente rallentando la rincorsa alla Torres, il cui incontro col Brescia (altra big) è stato rinviato. Le scaligere temevano la stanchezza, in un impegno poco opportunamente piazzato fra l’andata e ritorno di Champions League, e alla fine un punto in trasferta nello scontro diretto è un bicchiere mezzo pieno.

In un campo pesante, condizionato dalla pioggia, è soprattutto la squadra di casa che fa la partita, spinta dalla voglia di imporsi sulle rivali. A livello gioco, la compagine friulana schiaccia il Verona, provato dagli sforzi recenti e rimasto in 10 contro 11 per l’espulsione di Pini al 18′ (somma di ammonizioni). Con le condizioni del campo di cui sopra, l’uomo in meno di certo non aiuta e allora le statistiche, che parlano di un Tavagnacco capace di raccogliere 7 corner contro i 0 veneti, non mentono. E dire che la stessa ex Bayern, di testa, al 5′ impensierisce Marchitelli. Nell’arco di pochi minuti, sicura di sé si dimostra il portiere del Verona Ohstrom, abile e sicura negli interventi sui tentativi di Tuttino e Parisi. Al 26′ – nel bel mezzo del buon momento del Tavagnacco – passano le ospiti: su mischia, Girelli fa bella mostra del suo fiuto per il gol, battendo a rete per la gioia di mister Longega. Un fulmine a ciel sereno, verrebbe da dire, perché poi Brumana al 40′ scheggia la traversa direttamente su punizione. È giusto l’incipit al gol che impatta, il potente stacco di testa di Camporese su angolo di Parisi.

Dopo il riposo, è pure normale che il Verona arretri il baricentro: il Tavagnacco – disposto a tutti i costi a sfruttare la superiorità numerica – domina sul piano dell’iniziativa, ma la difesa gialloblù è una muraglia invalicabile. Sul piano fisico (bella notizia in chiave Malmö) Karlsson e compagnia reggono l’urto, nonostante le azioni d’ampio respiro prodotte dalle padrone di casa. Il palo di Zuliani è l’onesto testimone di una serata in cui il 2-1 proprio non vuole arrivare, per il pareggio al triplice fischio. Da segnalare l’occasione di Gabbiadini (appena entrata, dopo il riposo precauzionale in chiave coppa) all’88’.

 

TAVAGNACCO-VERONA 1-1 (1-1)
Tavagnacco: Marchitelli, Martinelli (81′ Veritti) ,Rodella, Tuttino, Laterza , Bissoli, Tommasella (65′ Bischi), Parisi, Mauro (63′ Zuliani),Brumana, Camporese. A disp.: Bonassi, Pochero, Nobile, Lauriola. All. Rossi
Verona: Ohstrom, Mason, Squizzato, Toscano Aggio, Karlsson, Maceri (52′ Battocchio, 83′ Gabbiadini), Toselli, Zorri, Da Rocha (77′ Gelmetti), Girelli, Pini. A disp.: Tasselli, Maffezzoni, Di Criscio, Capelloni. All. Longega.
Arbitro: Garofalo (Torre del Greco)
Marcatrici: 26′ Girelli (V), 42′ Camporese (T)
Note: Ammonite: Tommasella, Rodella, Parisi (T), Squizzato (V). Espulsa: Pini al 18′ per somma di ammonizioni. Spettatori: 250 circa

 

SERIE A FEMMINILE – Settima Giornata

BRESCIA-TORRES (Mercoledì 14 Novembre)
CHIASIELLIS-PERUGIA 4-0
FIAMMMONZA-MOZZANICA 0-0
FIRENZE-LAZIO 3-0
MOZZECANE-PORDENONE 4-4
TAVAGNACCO-VERONA 1-1
RIVIERA-COMO 1-1
TORINO-NAPOLI 0-1

CLASSIFICA: Torres 18, Tavagnacco 17, Riviera di Romagna 16, Brescia 14, Verona Bardolino 12, Como 11, Chiasiellis 10, Napoli 8, Firenze e Mozzanica 7, , Pordenone e Mozzecane 5,  Lazio e Fiammamonza 4, Torino 3, Grifo Perugia 2. 

 

Condividi
Sardo classe 1987, ama il rugby, il calcio e i supplementari punto a punto. Già redattore di Isolabasket.it e della rivista cagliaritana Vulcano, si è laureato in Lettere con una tesi su Woody Allen. Email: mportoghese@mondosportivo.it