Solito Vernbloom, il CSKA regola la Lokomotiv al 90′

Altro gol nel recupero di Vernbloom, altri tre punti per il CSKA. Facendo conto poi del costante apporto in fase realizzativa di Elm, possiamo dire che in questo momento importante della stagione la squadra moscovita è letteralmente trascinata dai due mediani svedesi. Recrimina la Lokomotiv, che ha giocato per quaranta minuti in un uomo in meno. L’Anzhi domina il derby caucasico col Terek e resta in scia, mentre il Krasnodar trova una bella vittoria casalinga contro la Dinamo, sempre più regalata a una posizione di classifica tristemente anonima.

CSKA SEMPRE PRIMO, DECIDE ANCORA VERNBLOOM-Come sette giorni fa a Grozny, risulta ancora decisivo il centrocampista svedese. Nuovamente nel recupero. Risultato bugiardo perchè la Lokomotiv dopo un periodo nero qualcosina di buono l’aveva dimostrato, ma l’espulsione per somma di ammonizioni di Tarasov ha complicato e non poco il secondo tempo dei ferrovieri. La partita si sblocca alla mezz’ora, quando è Elm a portare in vantaggio i padroni di casa, con un bella punizione che trova impreparato Kresich. Nemmeno il tempo di festeggiare che Eschenko, terzino nel giro della nazionale, rimette in parità i giochi, con un tiro da fuori nettamente deviato da un difensore avversario. Nonostante la Lokomotiv riesca a imbastire importanti contropiedi nel finale di gara arriva la doccia fredda: goleador di razza Vernbloom, che risolve un’azione confusa e regala un dispiacere a Anzhi e Zenit.

NEL DERBY CAUCASICO STRAVINCE L’ANZHI-Un derby praticamente a senso unico quello tra Anzhi e Terek. Due società molto amiche capitanate da due presidenti di personalità diametralmente opposte: Kadyrov, capo del Terek, ama apparire in pubblico e far risaltare la sua figura, Kerimov, invece, preferisce nascondersi di più dalle telecamere. Sta di fatto che già al 18′ la partita è chiusa, sul 2-0. Un pessimo Yatchenko combina due pasticci difensivi che permettono a Bossoufa e Traorè di segnare due gol facili facili. Nella ripresa Blago rimette in corsa i suoi con un cucchiaio dagli undici metri ma Samba insacca il definitivo 3-1.

2 PERLE E IL KRASNODAR VOLA-Un gol per tempo e il Krasnodar continua la sua striscia utile di risultati. Fatica a decollare la Dinamo, condizionata dall’inizio di stagione disastroso e praticamente senza obiettivi già a fine andata. Al 40′ Vanderson porta in vantaggio i neroverdi con una pregevola girata al volo che gela Shunin. Al 90′ ci pensa Konatè a chiudere i conti, con un siluro dai 25 metri che trova ancora Shunin impreparato.

CSKA-LOKOMOTIV 2-1 29′ Elm, 33′ Eschenko (L), 90′ Vernbloom

ANZHI-TEREK 3-1 8′ Boussoufa, 16′ Traorè, 55′ Rig. Blago (T), 64′ Samba

KRASNODAR-DINAMO 2-0 40′ Vanderson, 90′ Konatè

Condividi
Grande appassionato di calcio russo, tifoso dello Zenit San Pietroburgo. Estimatore del calcio giocato nei luoghi meno nobili e più nascosti, preferirebbe vedere un Torpedo-Alaniya rispetto a uno Juventus-Milan. Email: mbraga@mondosportivo.it