Roma travolgente grazie a Lamela e capitan Totti: 4-1 al Palermo

Spettacolo all’Olimpico di Roma, con i padroni di casa che passano in vantaggio grazie a Totti e raddoppiano con Osvaldo. I giallorossi surclassano i rivali siciliani sotto ogni punto di vista, tanto che nel secondo tempo arrivano le reti di Lamela e Destro, espulso per doppia ammonizione. Nel finale, con la testa della Roma già al derby, arriva il gol di Ilicic, che fissa il risultato sul definitivo 4-1.

TOTTI USA LA TESTA – Ottimo inizio di partita per i giallorossi, che riescono a imporre il proprio ritmo recuperando anche molti palloni nella trequarti avversaria. Le squadre sono corte, ma Lamela trova lo stesso gli spazi per far male alla difesa avversaria, deliziando il proprio pubblico con numerosi dribbling. I padroni di casa giocano bene e al 10′ arriva il gol del vantaggio: Piris riceve e crossa al centro per Totti, che di testa prima colpisce il palo e poi ribadisce in rete. La reazione del Palermo è timida e senza idee, con il solo Miccoli a fungere da terminale offensivo: proprio il capitano dei siciliani va vicino al gol del pareggio, colpendo il palo direttamente dalla bandierina del calcio d’angolo.

UJKANI SBAGLIA, OSVALDO RINGRAZIA – Lamela è in uno stato di grazia, ma se possibile capitan Totti lo è ancora di più. A realizzare il gol del raddoppio, però, è Osvaldo, lesto a convertire in rete una clamorosa disattenzione difensiva del duo Munoz-Ujkani. Quest’ultimo in particolare ha la colpa di non chiamare la palla, travolgendo in uscita il suo compagno di squadra, regalando quindi il raddoppio alla squadra di Zeman. Il Palermo non riesce a imbastire un’occasione degna di questo nome, e meriterebbe pure di restare in 10 per un fallo da ultimo uomo di Pisano su Osvaldo, ma De Marco non ravvisa nemmeno l’infrazione.

GASPERINI CAMBIA, LA PARTITA NO – Bertolo sostituisce un Pisano in difficoltà: Gasperini abbandona quindi il suo credo tattico passando alla difesa a quattro, però nella ripresa è sempre la Roma a fare la partita. I giallorossi sono un rullo compressore, ma sprecano molte occasioni prima di trovare il gol della tranquillità; soprattutto quando Totti pesca Osvaldo in profondità che salta l’uomo ma, tutto solo davanti a Ujkani, non trova lo specchio della porta. I tifosi della Roma, però, questa volta possono stare tranquilli: nel giro di dieci minuti arriva prima il gol di Lamela, bravo a sfruttare l’assist di Tachtsidis dall’out di sinistra, e poi quello di Destro, imbeccato in maniera perfetta dallo stesso Lamela. Nell’esultare, però, l’attaccante classe ’91 si toglie la maglia e, già ammonito, viene espulso dall’arbitro ligure: salterà il derby. Nel finale di partita arriva il gol della bandiera di Ilicic, che sfrutta un rimpallo favorevole trafiggendo un incolpevole Goicoechea.

ROMA-PALERMO 4-1 (2-0)

Roma (4-3-3): Goicoechea; Piris, Marquinhos, Burdisso, Balzaretti; Bradley, Tachtsidis, Florenzi (Marquinho dal 71′); Lamela (Pjanic dall’80’), Osvaldo, Totti (Destro dal 72′). A disp.: Svedkauskas, De Rossi, Dodo, Castan, Lopez, Perrotta, Romagnoli, Taddei. All.: Zdenek Zeman.
Palermo (3-5-2): Ujkani; Munoz, Von Bergen, Garcia; Morganella, Barreto, Kurtic (Ilicic dal 53′), Rios, E. Pisano (Bertolo dal 33′); Brienza (Dybala dal 70′), Miccoli. A disp.: Benussi, Brichetto, Budan, Giorgi, Labrin, Mantovani, Milanovic, Viola, Zahavi. All.: Gian Piero Gasperini.

Arbitro: Andrea De Marco di Chiavari.

Marcatori: 10′ Totti (R), 30′ Osvaldo (R), 69′ Lamela (R), 79′ Destro (R), 84′ Ilicic (P).
Note – Ammoniti: Destro, Burdisso (R), E. Pisano (P). Espulso Mattia Destro per doppia ammonizione.

Condividi
Nato a Genova nel maggio 1992; è un appassionato di calcio, basket NBA e pallavolo (sport che ha praticato per molti anni). Frequenta la facoltà di Scienze Politiche, indirizzo amministrativo e gestionale. Email: alelli@mondosportivo.it