Troppo United, poco Arsenal: 2-1 ad Old Trafford

Troppo Manchester United per un Arsenal pressoché inesistente. Il gol di Robin van Persie dopo 3 minuti mette la partita sui binari dei padroni di casa, ma i Gunners giocano una gara troppo lenta e senza idee per poter pensare di contrastare gli avversari. Nella ripresa, il raddoppio di Evra e l’espulsione di Wilshere completano il quadro di una vittoria ampiamente meritata per la squadra di Sir Alex Ferguson, nonostante il gol allo scadere di Cazorla.

ROBIN VAN GOL – Entrambe le squadre ripropongono lo stesso undici titolare dell’ultima giornata di campionato, ma i discorsi su uomini e moduli servono a poco: dopo soli 3 minuti, Rafael si invola sulla destra ed effettua un cross basso verso il centro dell’area. Vermaelen può liberare senza problemi ma sbuccia incredibilmente la sfera che finisce a poca distanza, sui piedi di Van Persie. L’olandese calcia di prima, un diagonale verso il palo sinistro che batte Mannone. Pronti, via, gol dell’ex e Manchester United in vantaggio. L’Arsenal tenta di reagire ma non riesce minimamente a creare pericoli, il possesso palla è troppo sterile e, soprattutto, troppo lento. Arteta è costretto a “cantare e portare la croce”, Wilshere sembra piuttosto opaco e Ramsey (schierato nuovamente fuori ruolo, come ala destra, ndr) non riesce a rendersi utile in alcun modo. Il primo tempo scivola via a ritmi godibili ma relativamente improduttivi, con gli uomini di Ferguson che non hanno interesse a rischiare ma solo a sfruttare eventuali situazioni di contropiede. Si arriva allo scadere della frazione con un corner da sinistra per i Red Devils, battuto corto, sui cui sviluppi Ashley Young cerca un cross verso il centro. Cazorla salta e, nel tentativo forse di coprirsi il volto, allarga troppo il braccio e colpisce la sfera: calcio di rigore. Dal dischetto va Wayne Rooney, che calcia rasoterra verso l’angolino basso sinistro. Palla fuori. Grave errore, terzo rigore fallito in stagione sui 4 calciati finora, dal Manchester United. Risultato che resta aperto e si va al riposo sull’1-0.

UNITED TROPPO FORTE, L’ARSENAL AFFONDA – Il secondo tempo si apre con lo United subito vicino al raddoppio. Valencia, in proiezione offensiva, viene fermato da Vermaelen, ma il pallone resta lì ed è raccolto da van Persie che va sul fondo e mette in mezzo proprio per l’ecuadoriano. Enorme occasione, al limite dell’area piccola, ma il numero 25 di casa manca del tutto il tap-in e la chance sfuma. L’Arsenal tenta di reagire, i ritmi ora sembrano più alti da entrambe le parti. Al 53′ Cazorla va via bene a sinistra ed effettua un cross basso sul primo palo verso Giroud. L’ex attaccante del Montpellier stoppa bene e si gira, calciando di prima intenzione, ma colpisce solo il palo esterno. Al 66′ Young imbecca van Persie al limite dell’area, scattato sul filo del fuorigioco; rasoterra angolato ma Mannone devìa miracolosamente in angolo. Dal corner successivo, però, arriva il 2-0: cross da sinistra di Rooney, salta nel mucchio Patrice Evra che insacca. Gara ormai andata per Wenger e i suoi. Passano due minuti e Wilshere, già ammonito, commette fallo su Evra dopo essersi allungato troppo il pallone. Seconda ammonizione e cartellino rosso. C’è ancora tempo per qualche sostituzione e per un paio di ulteriori gol dei padroni di casa, annullati però per fuorigioco. Allo scadere una perla di Santi Cazorla (l’unico vero talento di questo Arsenal) rende meno amara la sconfitta dei suoi. Dal vertice sinistro dell’area, il suo primo tentativo viene ribattuto, ma l’ex Malaga recupera palla, si accentra saltando un avversario e spara sotto l’incrocio il gol dell’1-2.

Finisce con una bella, e quasi facile, vittoria del Manchester United, la super-sfida della decima giornata di Premier. Arrivano conferme sulla concretezza dei Red Devils, gli uomini di Ferguson saranno in prima linea per la conquista del titolo, mentre l’Arsenal esce da questa partita con molti punti interrogativi, soprattutto per quanto riguarda il momento di condizione fisica e inconsistenza nelle manovre offensive. Entrambe, in settimana, saranno attese da una trasferta di Champions League, lo United in Portogallo contro il Braga, i Gunners a Gelsenkirchen contro lo Schalke 04.

MANCHESTER UNITED-ARSENAL 2-1 (1-0)

Man Utd (4-4-2): De Gea, Da Silva, Ferdinand, Evans, Evra, Valencia (81′ Nani), Carrick, Cleverley (61′ Anderson), Young, Rooney, van Persie. A disp.: Lindegaard, Hernandez, Scholes, Powell, Wootton. All.: Ferguson
Arsenal (4-2-3-1): Mannone, Sagna, Mertesacker, Vermaelen, Andre Santos, Arteta, Ramsey (52′ Walcott), Wilshere, Cazorla, Podolski (81′ Arshavin), Giroud. A disp.: Martinez, Koscielny, Coquelin, Jenkinson, Chamakh. All.: Wenger
Arbitro: Mike Dean
Marcatori: 3′ van Persie (M), 66′ Evra (M), 90’+4 Cazorla (A)
Note: Ammoniti: Wilshere, Arshavin, Arteta (A), Young, Cleverley, van Persie, Anderson, Rooney (M). Espulsi: Wilshere (A)

Condividi
Torinese, classe 1983. Da piccolo voleva vedere Wembley e il Maracanã, gli manca ancora il secondo. Toro e Arsenal nel cuore, sta fra un tackle di Gilberto Silva e Tony Adams che chiama il fuorigioco.