Lazio-Torino: un tempo ciascuno, pareggio senza farsi troppo male

Terreno pesante all’Olimpico, squadre volenterose ma troppo concentrate per rischiare più del dovuto. Finisce 1-1 tra Lazio e Toro, un tempo per parte, un gol per tempo. Per i biancocelesti Rocchi parte dal primo minuto ma non trova il 100esimo gol con i biancocelesti, Ventura cambia tutta la linea offensiva, con il rientro di Bianchi da titolare.

LAZIO ASSONNATA, GLIK COLPISCE – L’avvio della Lazio è piuttosto compassato e lineare, mentre il Toro sembra più volitivo, soprattutto con Cerci che spinge bene sulla fascia destra. Al 10′ il primo lampo: corner dalla sinistra battuto da Sgrigna e inzuccata di Glik, con palla nell’angolino basso. Battuto Bizzarri, Toro in vantaggio. La Lazio è costretta a cambiare ritmo, Candreva sembra il più ispirato: prima calcia a lato una punizione in zona centrale dai 25 metri, poi se ne va in azione solitaria ed esplode un bel tiro dal vertice destro dell’area di rigore, ma Gillet è attento e devìa in corner con un volo plastico. Nel mezzo c’è una chance per Mauri, pescato in area oltre la linea difensiva granata, ma il suo diagonale finisce a lato. Biancocelesti comunque troppo lenti nella manovra e il gol in avvio del Toro resiste senza troppi affanni. Nel finale di tempo c’è ancora spazio, anzi, per un’enorme chance sui piedi di Cerci: l’ala destra del Toro entra in area a tu per tu con Bizzarri, cerca il dribbling ma finisce per incartarsi e permettere il recupero della difesa. All’intervallo, dunque, granata in vantaggio ma gara che ha offerto pochi spunti.

MAURI C’È MA NON BASTA – La Lazio scende in campo più volenterosa e, soprattutto, a ritmi più alti. Il Toro arretra troppo e al 57′ arriva subito il pareggio. Candreva sale bene da sinistra e appoggia orizzontalmente al centro per Mauri: dal limite dell’area, e con molto spazio a disposizione, il capitano biancoceleste non sbaglia, rasoterra alla base del palo e rete. La squadra di Petkovic trova fiducia, mentre il Toro sembra già sulle gambe. Rocchi fa tutto il possibile, alla caccia del gol numero 100 con la maglia della Lazio e lo manca appena superato il quarto d’ora. Scatto sul filo del fuorigioco, a tu per tu con Gillet lo salta ma si defila troppo e la conclusione a porta vuota finisce sull’esterno della rete. Il Toro fa fatica soprattutto a centrocampo, con Brighi e Gazzi calati troppo alla distanza. La Lazio prova ad impostare una serie di attacchi consecutivi ma è troppo imprecisa negli ultimi 30 metri e i granata si difendono con ordine, provando anche qualche spunto in contropiede. Finisce in ogni caso senza ulteriori sussulti, negli ultimi 10 minuti le due squadre si accontentano del pari ed evitano di esporsi rischiando poi troppo in difesa. Un pareggio di metà settimana e sguardo già rivolto ai prossimi impegni.

LAZIO-TORINO 1-1 (0-1)

Lazio (4-4-2): Bizzarri, Konko, Biava, Dias, Lulic, Candreva (86′ Brocchi), Gonzalez (58′ Cavanda), Cana, Mauri, Klose, Rocchi (74′ Floccari). A disp.: Carrizo, Guerrieri, Ciani, Radu, Scaloni, Zauri, Stankevicius, Onazi, Kozak. All.: Petkovic.
Torino (1-1-1): Giller, Darmian, Glik, Rodriguez, D’Ambrosio, Cerci (87′ Birsa), Brighi, Gazzi, Santana (58′ Stevanovic), Sgrigna (62′ Meggiorini), Bianchi. A disp.: Gomis, Di Cesare, Agostini, Caceres, Basha, Verdi, Diop. All.: Ventura.
Arbitro: Giannoccaro
Marcatori: 10′ Glik (T), 57′ Mauri (L).
Note: Ammoniti: Rodriguez (T), Biava e Klose (L).

Condividi
Torinese, classe 1983. Da piccolo voleva vedere Wembley e il Maracanã, gli manca ancora il secondo. Toro e Arsenal nel cuore, sta fra un tackle di Gilberto Silva e Tony Adams che chiama il fuorigioco.