Fermata straordinaria, polemica sul Frecciarossa della Roma

Crescono di ora in ora le polemiche circondanti il viaggio della Roma, in treno, per arrivare a Parma in vista della sfida di questa sera che si giocherà proprio tra gialloblù e giallorossi al Tardini. Il Frecciarossa su cui viaggiavano i giocatori di Zeman, partito da Napoli con fermate a Roma, Firenze, Bologna e destinazione finale a Milano, avrebbe infatti deviato la propria tratta al di fuori dalla linea ad alta velocità così da consentire alla compagine romana di raggiungere Parma senza bisogno di passare da un treno all’altro. La decisione presa dal personale di Trenitalia, però, ha fatto infuriare non poco i passeggeri del treno che, a loro dire senza preavviso, si sono visti imporre un ritardo di oltre quaranta minuti rispetto a quanto inizialmente annunciato. La polemica, fomentata dai messaggi su Twitter e Facebook dei passeggeri, ha portato a un esposto del Codacons alla Procura della Repubblica di Parma chiedendo “di aprire un’indagine per il reato di interruzione di pubblico servizio” e di applicare “una sanzione nei confronti di Trenitalia, in relazione all’ingiusta prevaricazione a danno degli utenti“. Non si è però fatta attendere la risposta di Trenitalia che ha inanzitutto ricordato di un accordo tra Trenitalia stessa e varie società calicistiche come Roma, Juventus, Milan e Lazio e poi ha aggiunto che “sono stati fatti annunci sonori in stazione e sui tabelloni di stazione, il treno indicava la variazione di percorso. Sul treno sono stati fatti due annunci. In ogni caso  per alleviare al disagio si è deciso di rimborsare il 25% del biglietto“. Insomma, un viaggio infuocato che, senza dubbio, sarà ancora nell’occhio della critica nei giorni a seguire.

Condividi
Dal 2002 vive a Monaco di Baviera, dove studia Americanistica e lavora per una compagnia di statistiche sportive, così può seguire i tornei giovanili e coltivare la sua passione più grande: individuare nuovi talenti. Email: lperuzzi@mondosportivo.it