Scritta indegna contro Paparelli al cimitero Verano

Ieri mattina presso il muro di cinta del cimitero Verano di Roma è apparsa una scritta indegna facente riferimento al tragico omicidio del tifoso laziale Vincenzo Paparelli, morto in un derby di trentatré anni fa dopo essere stato colpito da un razzo sparato dalla Curva Sud romanista verso la Nord laziale. Proprio oggi ricorre l’anniversario e, a due settimane dalla sfida capitolina, non fa altro che aumentare la tensione tra le due tifoserie.

“Morto un papa…relli se ne uccide un altro”, questa l’oltraggiosa frase che ha indignato Roma e non solo. Vincenzo Paparelli in quel derby del 28 ottobre 1979 era allo stadio con la moglie e i due figli. Mentre mangiava un panino prima del fischio d’inizio, venne colpito dal razzo proveniente dal settore opposto distante circa 150 metri. Inutile la corsa all’ospedale Santo Spirito dove Paparelli vi arrivò già privo di vita.

Un gesto che non merita ulteriori commenti.

Condividi
Classe ’91, studia Scienze della Comunicazione a Roma Tor Vergata. Calciofilo DOC e inviato per CalcioMercato.com, ha scritto anche per il sito ufficiale del Frosinone Calcio. Email: spantano@mondosportivo.it