Parma cinico e fortunato, Toro battuto 3-1

Ventura decide per Meggiorini-Sansone dal primo minuto, con Bianchi in panchina, anche pensando ai prossimi impegni ravvicinati di campionato. Nel Parma Donadoni conferma Amauri, supportato da Biabiany. Primo tempo con emozioni in avvio ma punteggio bloccato, nella ripresa i granata restano in 10 per un’espulsione dubbia e il match scivola nelle mani dei gialloblu.

TORO POSITIVO, AMAURI SPRECA – Buon avvio del Torino, che manovra il possesso palla e prova inserimenti sulle fasce, sfruttando le sovrapposizioni dei terzini. Al 7′ buona combinazione Darmian-Stevanovic, con palla di ritorno per il terzino che si inserisce dalla destra e scarica verso la porta, Pavarini attento manda in angolo. Passano due minuti e Meggiorini calcia di prima intenzione dal vertice sinistro dell’area gialloblu, ancora attento Pavarini. Il Parma prova a colpire in contropiede al 13′, Biabiany comincia l’azione e Amauri tenta dal limite ma Gillet respinge in sicurezza. Al 17′ occasione incredibile per gli ospiti: volata solitaria di Biabiany dalla sinistra, saltati tre avversari (troppo leggeri in copertura) e tocco al centro per Amauri che, a colpo sicuro, manda incredibilmente alto in una sorta di rigore in movimento. Al 22′, su corner Parma, ancora una bella parata di Gillet su colpo di testa ravvicinato di Zaccardo. Il ritmo si abbassa nella seconda metà della frazione e le due squadre sembrano tirare il fiato, dopo un avvio a ritmi piuttosto alti. Il Toro chiude con un maggiore possesso palla, mentre gli uomini di Donadoni attendono per sfruttare possibili azioni di contropiede. Il primo tempo si chiude però senza ulteriori sussulti e lo 0-0 lascia la situazione del tutto aperta per i secondi 45 minuti.

UN SANSONE NEL BENE E NEL MALE – La ripresa vede subito l’ingresso in campo di Marchionni nel Parma e una bella chance per il Toro con Sansone, che da dentro l’area trova Pavarini a deviare in corner una conclusione a colpo sicuro. Proprio Sansone, al 53′, entra in area dalla destra e si scontra con Paletta, che tiene la posizione e si offre all’impatto. Il rigore potrebbe essere dubbio ma l’arbitro decide inspiegabilmente di ammonire per simulazione l’attaccante granata. Secondo giallo ed espulsione, è l’episodio che “rompe” la partita. Il Parma passa ad un 4-4-2 più concreto con l’ingresso di Nicola Sansone al posto di Lucarelli. Si arriva alla mezz’ora senza sussulti, i granata accusano il colpo dell’espulsione e non riescono a riorganizzarsi, mentre il Parma prova a gestire palla e attendere un’occasione buona. La chance arriva al 72′, Parolo imbecca Nicola Sansone che si infila in area dalla sinistra; diagonale secco sul palo lontano e vantaggio ospite. Partita ormai in direzione emiliana. Passa un minuto e Marchionni lavora palla sulla destra, cross al centro e stacco puntuale di Amauri, che salta più in alto di Glik e batte Gillet. Il classico uno-due tremendo, da cui non ci si può rialzare. Ormai la gara non ha più spunti particolari, il Parma fa scorrere i minuti mentre per Ventura c’è ormai poco da fare. Nel finale, 88′, Darmian non libera l’area, Biabiany ne approfitta e rigioca verso il centro dove Rosi in tap-in sigla il terzo gol. Passivo fin troppo pesante per i padroni di casa che mandano a referto il gol della bandiera nel recupero, con Basha che gira in rete un buon cross di Cerci.

Finisce con la vittoria degli uomini di Donadoni, 3 punti pesantissimi in trasferta, accomodati forse in buona parte dall’espulsione di Sansone in avvio di ripresa. Per il Toro non ha pagato la scelta di tenere a riposo Bianchi e, anzi, le due trasferte di Roma (sponda Lazio) e Napoli sono la peggiore settimana possibile da ritrovarsi davanti, dopo il risultato di oggi. (clicca qui per le pagelle)

TORINO-PARMA 1-3 (0-0)

Torino (4-2-4): Gillet, Darmian, Glik, Rodriguez, Masiello, Brighi (63′ Basha), Gazzi, Vives (74′ Birsa), Meggiorini, Sansone, Stevanovic (68′ Cerci). A disp.: Gomis, Sgrigna, D’Ambrosio, Bianchi, Di Cesare, Agostini, P. Caceres, Verdi. All.: Ventura.
Parma (3-5-2): Pavarini, Zaccardo, Paletta, Lucarelli (63′ N. Sansone), Rosi, Ninis (45′ Marchionni), Valdes, Parolo, Gobbi, Amauri (80′ Pabon), Biabiany. A disp.: Ferrari, Fideleff, Benalouane, Morrone, Musacci, Acquah, Belfodil, Palladino, Bajza. All.: Donadoni.
Arbitro: Piero Giacomelli
Marcatori: 72′ N. Sansone (P), 73′ Amauri (P), 88′ Rosi (P), 90’+2 Basha (T)
Ammoniti: Lucarelli, Valdes, Paletta (P), Sansone, Meggiorini (T). Espulsi: 53′ Sansone.

Condividi
Torinese, classe 1983. Da piccolo voleva vedere Wembley e il Maracanã, gli manca ancora il secondo. Toro e Arsenal nel cuore, sta fra un tackle di Gilberto Silva e Tony Adams che chiama il fuorigioco.