Ljajic e Toni affondano la Lazio, la Fiorentina si impone 2-0

I biancocelesti sbagliano l’approccio alla partita e un buon inizio di secondo tempo non è sufficiente a rimettere le cose a posto. I viola si confermano una squadra organizzata e solida, Montella sta facendo un grande lavoro.

MATI FERNANDEZ  SBAGLIA, LJAJIC NO – La Fiorentina non presenta novità rispetto alla formazione annunciata alla vigilia con Ljajic preferito a Toni che si accomoda in panchina. Nella Lazio l’unica sorpresa è la presenza in campo di Mauri, schierato da Petkovic nonostante sia in non perfette condizioni fisiche. La partita stenta a decollare. La Fiorentina detta i ritmi ma in avanti non punge, gli ospiti sono tutti dietro la linea del pallone in attesa di un contropiede vincente che non arriva mai. I viola spingono alla ricerca del vantaggio ma Borja Valero prima e Pasqual poi non trovano il guizzo vincente. La Lazio, visibilmente provata dalle fatiche in Europa League, non riesce ad arginare la Fiorentina a centrocampo, Petkovic richiama i suoi ma il pressing alto funziona male e i biancocelesti soffrono il ritmo della squadra di casa. La prima vera occasione da gol arriva al ventesimo con Pasqual che calcia brillantemente una punizione dal limite costringendo Bizzarri a superarsi per evitare la capitolazione. Si gioca sotto un diluvio ma il campo regge bene. Pasqual è la spina nel fianco della difesa laziale: al venticinquesimo Konko in ritardo lo stende in area e Bergonzi fischia un rigore ineccepibile che Mati Fernandez calcia sul palo vanificando una grande occasione. I viola accusano il colpo e allentano la presa permettendo alla Lazio di rifiatare. La manovra ospite resta tuttavia poco fluida e la Fiorentina riacquista una netta, quanto sterile, supremazia territoriale. A sbloccare una partita bloccata ci pensa Ljajic che dal limite dell’area lascia partire un destro che si insacca nel sette non lasciando scampo a Bizzarri. Si tratta di un gol d’autore che conferma una volta in più le qualità del giovane attaccante viola.

TONI CHIUDE I CONTI CONTRO UNA LAZIO IN 9 – La Lazio torna in campo più convinta e sfiora subito il pareggio grazie a una grande azione di Klose che pesca in area Candreva tutto solo ma il colpo di testa del centrocampista laziale è troppo debole per impensierire Viviano. La Fiorentina va in sofferenza e gli ospiti vanno ancora vicinissimi al gol con Klose che, messo a tu per tu con Viviano da un guizzo di Hernanes, angola troppo il tocco sprecando una palla d’oro: un errore inconsueto per il panzer tedesco. Alla terza occasione i biancocelesti vanno in rete con uno splendido colpo di testa in tuffo di Mauri che l’arbitro annulla per un fuorigioco inesistente: una svista clamorosa che falsa la partita. Montella capisce che è necessario cambiare qualcosa e inserisce Toni al posto di Ljajic, sparito dopo un grande primo tempo. Proprio Toni ha la palla del k.o. ma il cross di Borja Valero è leggermente arretrato e si resta sull’1-0. A un quarto d’ora dalla fine la Lazio resta in 10: Bergonzi espelle giustamente Ledesma che, già ammonito, commette una leggerezza a centrocampo. Petkovic ci crede ancora e mette dentro Rocchi che va ad affiancare Klose in attacco. Piove sempre più forte sul Franchi ma è in casa Lazio che piove sul bagnato: Hernanes commette un fallaccio su Cuadrado e finisce anticipatamente in doccia lasciando i suoi in 9. La partita finisce qui: c’è ancora spazio per la rete di Luca Toni che prima si vede negare il raddoppio da un intervento prodigioso di Bizzarri e poi buca l’estremo difensore laziale grazie a una splendida girata di sinistro. Per la Fiorentina sono tre punti preziosissimi: i viola sono in piena zona Europa League. La Lazio di Petkovic, alla terza sconfitta in Campionato, perde contatto con le prime tre in classifica.

FIORENTINA-LAZIO 2-0

Fiorentina (3-5-2): Viviano; Savic, Rodriguez, Tomovic; Cuadrado (84° Aquilani), Mati Fernandez (62° Migliaccio), Olivera, Borja Valero, Pasqual; Ljajic (67° Toni), Jovetic. A disp. Neto, Cassani, Seferovic, Romulo, Llama, Hegazi, El Hamdaoui, Della Rocca. All. Montella.
Lazio(4-1-4-1): Bizzarri; Konko, Biava, Dias, Lulic; Ledesma; Candreva (87° Kozak), Gonzalez (78° Rocchi), Hernanes, Mauri (78° Brocchi); Klose. A disp. Carrizo, Radu, Scaloni, Ciani, Cana, Cavanda, Onazi, Floccari. All. Petkovic.
Arbitro: Bergonzi.
Reti: 45° Ljajic, 90° Toni (F).
Note: Ammoniti Tomovic, Rodriguez, Olivera (F); Konko, Lulic, Dias (L). Espulsi Ledesma (L) al 75° per doppia ammonizione e Hernanes all’82° per gioco pericoloso. Al 25° Mati Fernandez (F) calcia un rigore sul palo.

Condividi
Nato a Roma il 19 novembre 1988, vive e lavora nella Capitale. Laureato in Scienze della Comunicazione, collabora con vari siti d’informazione sportiva. Ha fatto parte della prima avventura di Mondopallone. Recidivo. Email: vdardanelli@mondosportivo.it