Premier League, 9/a giornata: Arsenal all’ultimo respiro, Man City a fatica

La 9a giornata di Premier League si apre con l’anticipo dell’ora di pranzo, dal Villa Park: un Aston Villa sottotono riesce ad andare anche in vantaggio grazie al gol di Benteke, ma prima va in inferiorità numerica per l’espulsione di Bennet, poi si fa raggiungere nel finale dal pareggio di Turner. Per  il Norwich è un bel punto in trasferta e avrebbe potuto essere anche qualcosa in più, se non fosse stato per la poca incisività nei momenti chiave sottoporta.

Nelle partite delle 16, spiccava l’unica “big” in campo, l’Arsenal. I Gunners arrivavano da una settimana pessima (sconfitti a Norwich sabato scorso e in casa contro lo Schalke in Champions League, mercoledì, ndr) e hanno nuovamente evidenziato i grossi problemi offensivi di questa fase della stagione. Alla fine, però, una rete di Arteta all’84’ ha piegato la resistenza degli R’s, salvati in precedenza da alcune superbe parate di Julio Cesar, sicuramente il migliore dei suoi. 3 punti per Wenger e la bella notizia del rientro da titolari, dopo lunghe assenze per infortuni, di Wilshere e Sagna.

Tra Stoke e Sunderland un pari a reti bianche, mentre l’altro segno X del pomeriggio si registra al Madejski Stadium di Reading. Qui, infatti, finisce 3-3 tra i padroni di casa e il Fulham, in un match che, letteralmente, “si apre” nell’ultima mezz’ora. I Royals chiudono il primo tempo in vantaggio ma, nella ripresa, Bryan Ruiz pareggia il conto per gli ospiti e da lì inizia un’altalena di reti incredibile: un gol a turno, Fulham avanti al 77′ con Baird, pareggio Reading 8 minuti dopo, di nuovo vantaggio Cottagers nel giro di 3 minuti e pari finali dei padroni di casa al 90′. Gara al limite del normale e alla fine un punticino che serve molto di più agli uomini di Jol che non ai bianco-blu, ancora pesantemente agganciati alla penultima posizione di classifica.

Chiude il quadro delle sfide delle 16.00 il Wigan, con la vittoria per 2-1 sul West Ham. Gara interessante, con gli uomini di Martinez che trovano 3 punti cruciali per il corso della loro stagione, mentre è un brutto passo indietro per gli Hammers, dietro nel punteggio per tutto il match e capaci di accorciare solo con un gol inutile al 90′.

Nel match serale, infine, il Manchester City riesce, con enorme fatica, a battere lo Swansea di Laudrup 1-0. Gol decisivo a metà ripresa del solito Carlos Tévez e parate cruciali di Joe Hart che tengono in piedi il risultato, salvando Mancini da ulteriori polemiche.

Domenica ricca di appuntamenti, con il “Merseyside derby” a Goodison Park tra Everton e Liverpool ad aprire il quadro del pomeriggio (ore 14.30). Seguono alle 16.00 due partitee che promettono spettacolo, Newcastle-WBASouthampton-Tottenham, mentre chiuderà il programma alle 17.00 la super-sfida in scena a Stamford Bridge tra ChelseaManchester United.

 

Premier League – Risultati e classifica dopo la 9/a giornata

Sabato
Aston Villa-Norwich: 1-1 (27′ Benteke (A), 79′ Turner (N))
Arsenal-QPR: 1-0 (84′ Arteta)
Reading-Fulham: 3-3 (26′ Leigertwood (R), 61′ Ruiz (F), 77′ Baird (F), 85′ McLeary (R), 88′ Berbatov (F), 90′ Robson-Kanu (R))
Stoke City-Sunderland: 0-0
Wigan-West Ham: 2-1 (8′ Ramis (W), 47′ McArthur (W), 90′ Tomkins (WH))
Manchester City-Swansea: 1-0 (61′ Tevéz)

Domenica
Everton-Liverpool2-2 (14′ aut. Baines, 20′ Suàrez (L), 22′ Osman, 35′ Naismith (E))
Newcastle-WBA: 2-1 (35′ Ba (N), 55′ Lukaku (W), 90′ Cisse (N))
Southampton-Tottenham: 1-2 (15′ Bale (T), 39′ Dempsey (T), 66′ Rodriguez (S))
Chelsea-Manchester United2-3 (4′ aut. David Luiz (M), 12′ Van Persie (M), 44′ Mata (C), 53′ Ramires (C), 75′ Hernandez (M))

PER CONSULTARE LA CLASSIFICA DELLA PREMIER LEAGUE, CLICCA QUI

Condividi
Torinese, classe 1983. Da piccolo voleva vedere Wembley e il Maracanã, gli manca ancora il secondo. Toro e Arsenal nel cuore, sta fra un tackle di Gilberto Silva e Tony Adams che chiama il fuorigioco.