Livorno, la curva volta le spalle al minuto di silenzio

Durante la gara di ieri sera fra Livorno e Cesena all’Armando Picchi una parte della curva livornese ha voltato le spalle al campo durante il minuti di raccoglimento in ricordo del militare Tiziano Chierotti, morto in Afghanistan durante un conflitto a fuoco. Un modo per contestare le cosidette ‘missioni di pace’ – considerate invece da molti vere e proprie guerre dal sapore vagamente coloniale – in cui sono impegnati i militari italiani in giro per il mondo e in Medio Oriente in particolare e l’uso strumentale del minuto di silenzio, che sicuramente susciterà aspre polemiche.

Condividi
Nato a La Spezia nel 1981, ha girovagato per l’Italia da sud a nord. Laureato in Scienze della Comunicazione a Bologna, è stato fra i primi collaboratori di MondoPallone.net. Attualmente vive a Padova, collaborando con diversi siti di informazione calcistica.