Levadiakos e Asteras Tripolis si annullano: 0-0

L’Asteras Tripolis non riesce a conseguire l’obiettivo che si era prefissato: battere il Levadiakos per consolidare la propria posizione tra le prime cinque (lo stesso portiere Fülöp aveva parlato senza mezzi termini di qualificazione ai prleiminari di Champions). Per ora la quarta posizione è salva, in attesa dei risultati di domani, ma questa partita non la si doveva subire in questo modo. Per il Levadiakos prosegue l’agonia in attacco (nessun gol segnato in tutto ottobre), ma questo è un punto guadagnato. Paraschos conferma lo stesso undici che ha fermato l’Atromitos al Neas Smirnis, con il solo ritorno di Kyriakidis tra i pali a mutarlo. Sakis Tsiolis, invece, toglie due pedine della formazione titolare che ha schiantato il Veria: Ximo Navarro e Alvarez scendo in campo al posto di Kourmpelis e Bakasetas.

NERVI TESI A LEVADEIA. La partita vede in campo un Levadiakos agguerrito, che non rende la vita facile a un Asteras poco convincente. I padroni di casa puntano molto sull’interruzione del gioco avversario per poi ripartire (attivo Mendy sulla fascia), mentre gli ospiti riescono ad attuare solo a sprazzi il loro gioco di qualità. Come al 14′,  quando una buona triangolazione tra De Blasis e Navarro testa i riflessi in uscita di Kyriakidis. A farla da padrona in campo è però la fisicità e, conseguentemente, i falli non mancano: esce sanguinante Giorgos Georgiou, dopo una gomitata accidentale in salto di Perrone. Il difensore in verde, in seguito, prova a liberarsi del pressing di Bartolini con lo stesso metodo. Il nervosismo contagia anche la panchina e la riserva Cardaccio si prende un giallo.

CALA LA TENSIONE, MA NESSUN GOL. Al rientro, le due formazioni sono immutate negli interpreti, che si sono, nel frattempo, calmati negli spogliatoi. L’Asteras aumenta la pressione e prova a rendersi pericoloso e ha l’occasione migliore al 59′ con una punizione battuta da Rayo e deviata, da pochi passi, da Sankaré con il piatto destro: Kyriakidis si supera e riesce a deviare. La partita continua sulla stessa falsa riga, con il Levadiakos che si fa vedere con insistenza nei minuti finali grazie a Bountopoulos e Korbos, i cui tentativi non vanno a segno.

LEVADIAKOS – ASTERAS TRIPOLIS: 0-0.
Levadiakos (4-4-2): Kyriakidis, Moulopoulos, Josemi, Georgiou, Mendy, Rogerio(80′ Macharias), Zisopoulos, Korbos, Noè Acosta(68′ Bountopoulos), Poy, Vasiliou(72′ Almir). A disp.: Nikolakakis, Kasmeridis, Lisgaras, Koutsopoulos. All.: Paraschos.
Asteras Tripolis (4-2-3-1): Fülöp, Sankaré, Bartolini, Alvarez, Formica, Usero(89′ Fragoulakis), Rayo, Tsambouris, De Blasis(67′ Kalantzis), Ximo Navarro (56′ Cardaccio), Perrone. A disp.: Kourmpelis, Gialousis, Hegon, Bantis. All.: Tsiolis.
Arbitro: Andreas Pappas.
Note: ammonizioni: Korbos (L), Bartolini, Formica, Rayo, Perrone, Cardaccio (AT).

Condividi
Pavese classe '91, laureato in scienze politiche, per lui lo sport è uno specchio su cui si riflette la storia di un popolo. Stregato dal calcio inglese e greco, ama la politica, l'heavy metal e il whiskey. Email: fpiacentini@mondosportivo.it