Gaeta rivive Londra 2012 con i “medagliati olimpici”

Campioni nello sport, campioni nella vita. Campioni che, pur avendo appesa al collo una medaglia olimpica, la massima ambizione per qualunque atleta, conservano l’umiltà e la semplicità di mangiare un boccone seduti al tavolo con gli studenti, e non si tirano indietro davanti ad una foto o ad un autografo di più.

E’ stata una mattinata di festa quella di ieri, presso la Scuola Nautica della Guardia di Finanza di Gaeta, in cui i veri valori dello sport hanno preso vita nei volti dei cinque medagliati olimpici appartenenti ai Gruppi Sportivi delle Fiamme Gialle, Valerio Aspromonte, oro nel fioretto a squadre, Alessio Sartori e Romano Battisti, argento nel canottaggio – due di coppia, Fabrizio Donato, bronzo nel salto triplo, e Luigi Samele, bronzo nella sciabola a squadre, ed in quelli dei selezionati della Sezione Vela, Pietro Zucchetti, Gianfranco Sibello, Filippo Baldassari e Michele Regolo.

La cerimonia, moderata da Fabio Collivicchi, direttore del sito Saily.it, e svoltasi a bordo della nave scuola “Giorgio Cini“, è stata organizzata dalla Sezione Vela Fiamme Gialle e dalla C.C.I.A.A. di Latina, in collaborazione con la Scuola Nautica della Guardia di Finanza, con l’intento di avvicinare i giovani, rappresentati da alcune scolaresche provenienti dall’Istituto Tecnico Nautico “Giovanni Caboto” di Gaeta e dal Liceo Classico “Vitruvio Pollione” di Formia, allo sport, sottolineandone la grande importanza, attraverso il contatto diretto con i protagonisti. A dare inizio agli interventi è stato il Generale di brigata Domenico Campione, Comandante del Centro Sportivo Generale, che ha sottolineato quanto “il rapporto umano sia più importante di ogni altro aspetto, ed è per questo che cerchiamo di arricchirlo attraverso questi incontri, per essere sempre uniti nell’avventura dello sport e delle Fiamme Gialle“. Dopo le parole del Sindaco della città di Gaeta, Cosmo Mitrano, che ha puntato l’attenzione sulle “sinergie che bisogna sfruttare, rafforzando il legame tra le istituzioni, per diffondere l’immagine della nostra città nel panorama nazionale, provando a far diventare Gaeta per la vela come Sabaudia è già per il canottaggio“, ha preso la parola il Comandante del Gruppo Polisportivo delle Fiamme Gialle, Colonnello Vincenzo Parrinello, pronto a sottolineare come la Guardia di Finanza sia “il club che nel mondo apporta il più alto numero di atleti alle Olimpiadi, in questa edizione ben 42, e di come delle sei medaglie conquistate, quelle del canottaggio e dell’atletica hanno un vero e proprio marchio impresso delle Fiamme Gialle. Intanto, nonostante le difficoltà, stiamo già progettando un nuovo quadriennio, in vista di Rio, pieno di sfide“.

Dopo i saluti del Ten.Col. Matteo Guerra, Comandante della Stazione Navale di Addestramento della Scuola Nautica, del presidente della Camera di Commercio di Latina, Dott. Vincenzo Zottola, e del presidente del Coni provinciale, Gianni Biondi, è stato proiettato un video, con il commento del Cap. Enzo Di Capua, Comandante del IV Nucleo Atleti Sezione Vela, in cui tutti i presenti hanno rivissuto i momenti più emozionanti delle vittorie olimpiche di tutti i componenti del team Fiamme Gialle. Al termine della consegna dei premi “Yacht Med Festival” ai dirigenti sportivi, ai campioni presenti ed al giovane e talentuoso nuotatore gaetano, Nicola Vellucci, medagliati e selezionati si sono imbarcati a bordo delle plurititolate imbarcazioni classe J/24, godendosi, anche grazie alla bellissima giornata di sole, una breve regata nel tratto di mare antistante Punta Stendardo.

Alessandra Aprile (La Provincia)

Condividi
Formato da una redazione dinamica e giovane, MondoPallone.it parla di calcio e respira sport. Sempre sul pezzo, continuamente all'opera per fornire un'informazione pulita, diretta, sincera. Email: redazione@mondosportivo.it