Maicosuel esalta l’Udinese. Pescara battuto 1-0

Grazie ad un gol del brasiliano Maicosuel siglato ad inizio ripresa, l’Udinese di mister Francesco Guidolin supera di misura un buon Pescara; friulani che colgono la seconda vittoria in campionato al termine di una gara non facile, sofferta per l’espulsione nel primo tempo di Danilo che ha costretto i bianconeri a giocare in dieci per buona parte dell’incontro. Abruzzesi sfortunati: due le traverse colpite dalla formazione di Giovanni Stroppa, che rimane ferma in classifica a quota 7 punti; Udinese, invece, che sale a 9.

GARA CONTRATTA AL FRIULI – Mister Guidolin deve fare a meno degli infortunati Basta e Pasquale, mentre tra gli abruzzesi c’è dal primo lo slovacco Weiss, al rientro in campo dopo la squalifica. Inizio compassato di una partita molto fallosa, in cui l’Udinese opera uno sterile possesso palla che non si traduce in rete anche per la buona opposizione degli ospiti. Di Natale da una parte e Quintero dall’altra cercano senza fortuna di sbloccare un incontro che si infiamma attorno alla mezz’ora, quando il difensore friulano Danilo, già ammonito, stende un avversario al limite dell’area: secondo cartellino giallo e rosso inevitabile. Sulla conseguente punizione Quintero mette i brividi a Brkic, cogliendo una clamorosa traversa. Il pericolo corso sembra non svegliare l’Udinese, che proprio non riesce a superare la resistenza di un buon Pescara, che si rende pericoloso ancora con Jonathas, contrastato stavolta da Domizzi. E’ l’ultimo spunto di un primo tempo che si chiude dopo 1′ di recupero.

MAICOSUEL ESALTA I FRIULANI – Seconda frazione di gioco che si apre senza sostituzioni su entrambi i fronti, ma con un’Udinese più aggressiva che prima impegna Perin con un bel tiro di Benatia dai 30 metri, quindi sblocca il risultato al 53′ con Maicosuel, bravo ad approfittare di un errore in disimpegno della difesa pescarese su un cross di Armero. Ospiti che, subita la rete friulana, si gettano in avanti alla ricerca del pareggio: prima Vukusic sfiora il palo, quindi è Nielsen a cogliere la seconda traversa dell’incontro per i suoi, ma c’è stato il tocco decisivo di Brkic. Formazioni che col passare dei minuti si allungano, con i bianconeri padroni di casa che preferiscono agire soprattutto di rimessa, mentre il Pescara si getta in avanti con la forza della disperazione: Caprapri prova a pareggiare i conti a 5′ dalla fine, Brkic si salva rischiando la papera. Udinese che riesce a resistere nonostante il forcing finale dei biancocelesti e che porta a casa i tre punti: al “Friuli” decide Maicosuel.

UDINESE-PESCARA: 1-0 

Udinese (3-5-2): Brkic; Benatia, Danilo, Domizzi; Pereyra (38’st Coda), Allan, Pinzi (21’pt Faraoni), Lazzari, Armero; Maicosuel (32’st Willians), Di Natale. A disp.: Padelli, Pawlowski, Angella, Badu, Barreto, Ranegie, Fabbrini, Heurtaux.  All.: Guidolin.
Pescara (4-3-3): Perin; Balzano, Romagnoli, Bocchetti, Modesto; Blasi, Cascione, Nielsen (28’st Bjarnason); Quintero, Weiss (9’st Caprari), Jonathas (9’st Vukusic). A disp.: Pellizzoli, Zanon, Capuano, Soddimo, Abbruscato, Celik, Brugman, Colucci, Terlizzi . All.: Stroppa.
Arbitro: Giannoccaro di Lecce
Marcatori: 53′ Maicosuel (U)
Note: ammoniti: Danilo (U), Blasi, Cascione, Balzano (P); espulsi: Danilo (U)

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.