Lega Pro, Seconda Divisione: Martina Franca-Fondi 2-4

Quasi due anni di imbattibilità, 21 vittorie e 4 pareggi al ‘Tursi’, 55 gol fatti e 11 subìti, 636 giorni senza subìre sconfitte: la legge dei grandi numeri colpisce ancora e condanna il Martina a una imprevista debacle interna contro il fanalino di coda Fondi che, c’è da dire, ha meritato la vittoria mettendo in campo una gara di spessore e sfruttando le indecisioni dei biancoazzurri che hanno regalato all’avversario almeno mezz’ora di gioco oltre che spazi importanti in fase difensiva. Un rigore concesso ai laziali, uno non concesso al Martina, tante azioni da entrambe le parti, un gol segnato di mano a sottolineare una gara emozionante ma negativa per i biancoazzurri.

Già al 3’ una disattenzione difensiva degli ospiti stava quasi per dare il vantaggio al Martina. Il tentativo di Memolla, però, si perde largo sull’out di sinistra. Al 7’ ospiti che cercano di concretizzare un buon inizio di gara. Rasoterra da fuori area di Esposito con Leuci che para a terra sul suo palo. Risponde il Martina con un cross di Marsili su punizione ma nessun biancoazzurro trova il colpo di testa in area. A conferma della buona partenza degli ospiti arriva il vantaggio al 13’: bello il colpo di testa di D’Anna dal vertice destro dell’area piccola e Leuci battuto sul palo alla sua sinistra. Il Martina non riesce a ragionare e Guidone si ritrova solo innanzi a Leuci che spazza evitando il raddoppio al 17’. Marsili ci prova dalla linea dell’angolo, Rossini devìa ma Gasparri riesce ad evitare l’autorete.

Lo stesso Gasparri compie una papera in fase di rinvio ma la punizione a due in area è sparata alta da Memolla (20’). Al 23’ arriva l’incredibile raddoppio del Fondi. E’ ancora D’Anna a segnare su cross da calcio d’angolo, il Martina si lamenta non poco per un tocco decisivo di mano ma il doppio vantaggio non è casuale: gli ospiti giocano meglio e il Martina non è in partita. La sgroppata di Memolla sulla sinistra fa il pari con i tentativi di Vaccaro e Tamasi che ci provano dalla distanza legittimando un vantaggio limpido. Dopo quasi un tempo di torpore si sveglia la premiata ditta Del Core-Gambino: l’avanti martinese sfrutta un cross perfetto dall’out di sinistra di Del Core e batte di testa in tuffo Gasparri accorciando le distanze e azzittendo i primi mugugni provenienti dalla tribuna. I biancoazzurri si riaccendono grazie al gol, Memolla al 41’ prova un tiro-cross a girare dalla sinistra che tocca il montante prima di uscire sul fondo a Gasparri battuto. Quando la gara sembra tornare sui binari giusti per i locali arriva il cross dalla sinistra e il colpo di testa a girare di Guidone che batte ancora una volta Leuci sottolineando il pessimo primo tempo della difesa martinese (seppure anche la retroguardia ospite non sia apparsa per nulla invalicabile).

La punizione ficcante di Marsili al 45’ non trova i piedi di Gambino e Gambuzza per il tap-in vincente a porta spalancata. Si apre la ripresa e dopo pochi secondi Del Core sciupa un’occasione da gol incredibile. Il tocco di punta innanzi a Gasparri trova l’estremo ospite pronto alla deviazione in angolo miracolosa. Al 9’ pericolosissimo cross di un Del Core molto mobile per la testa di Gambino, anticipato all’ultimo da Naglieri in angolo. Dopo alcuni minuti di torpore Marsili inventa un cross per Mangiacasale che libero sul vertice destro dell’area scarica un destro di collo pieno che perfora la rete di Gasparri per il 2-3 del 16’. Al 17’ in campo Ancora per Memolla. Al 19’ arriva il fallo di mano di Gambuzza in area dal quale scaturisce il rigore del Fondi e il ‘giallo’ al capitano martinese.

La quarta rete ospite fa calare ancora il ritmo. Del Core e Gambino continuano a dimenarsi, Ancora si incunea in area e crolla sul pressing di due avversari subendo l’ammonizione dal direttore di gara per simulazione. Di Meo getta nella mischia Lattanzio per Mangiacasale e Gambino sfiora ancora il gol di testa su cross di Del Core. Lattanzio cede a Gambino in velocità ma il tiro termina a lato, Marsili ci prova dall’angolo cedendo a Bagaglini che di testa in torsione non trova lo specchio della porta: Martina stanco ma in attacco, Fondi più ordinato della prima frazione a gestire il risultato. Nel recupero Lattanzio e Scarsella ci tentano con poca fortuna e la gara termina con una larga e meritata vittoria degli ospiti e il pubblico della tribuna a rumoreggiare. Una sconfitta bruciante, un brutto sogno che si chiude, però, con l’immagine della curva che continua a incitare i biancoazzurri così come fatto in tutta la gara. Un bell’esempio di sportività e di legame ai colori sociali per un Martina che ora deve ripartire già da L’Aquila.

Mister Di Meo a fine gara si assume le responsabilità della sconfitta: ‘Abbiamo sicuramente sbagliato l’approccio all’incontro e mi assumo tutte le responsabilità di questa sconfitta. Loro sono venuti qui a Martina con il coltello tra i denti e schierando una formazione di over. Abbiamo subìto un gol di mano, non ci hanno concesso un rigore limpido ma non sono di certo qui a trovare scusa per una sconfitta che fa male. Il ritmo che abbiamo messo in campo è stato basso ma nel momento in cui la partita si stava rimettendo in sesto ci sono stati alcuni errori di troppo in difesa sui quali sicuramente dovrò intervenire’.

AS MARTINA FRANCA 1947 – FONDI CALCIO 2-4

MARTINA FRANCA (4-2-3-1): Leuci, Bagaglini, Dispoto, Filosa, Gambuzza, Fiorentino (8’st Scarsella), Mangiacasale (32’st Lattanzio), Marsili, Gambino, Del Core, Memolla (17’st Ancora). All. Di Meo. A disp.: Perina, De Lucia, Provenzano, Daleno.
FONDI CALCIO (4-4-2): Gasparri, Chiarini, Naglieri, Palumbo, Fedi, Rossini, Esposito (40’st Cucciniello), Vaccaro (14’st Cannoni), Guidone, Tamasi, D’Anna. All. Provenza. A disp.: Cacchioli, Marotta, Mucci, De Giorgi, Bernasconi.

Arbitro: Sig. Carmine Di Ruberto di Nocera Inferiore, coadiuvato dagli assistenti Alfonso Annunziata di Torre Annunziata e Gennaro Zuccaro di Napoli.

Reti: 13’ e 20’pt D’Anna (F), 38’pt Gambino (M), 42’pt Guidone (F), 16’st Mangiacasale (M), 20’st Guidone (F, rig.).

Ufficio comunicazione Martina Franca

Condividi
Formato da una redazione dinamica e giovane, MondoPallone.it parla di calcio e respira sport. Sempre sul pezzo, continuamente all'opera per fornire un'informazione pulita, diretta, sincera. Email: redazione@mondosportivo.it