217 volte Totti

Al 27′ del primo tempo a Marassi, con il Genoa avanti 2-0 sulla Roma, una palla rigiocata in area pescava Francesco Totti, appena decentrato sulla destra. Controllo in corsa e diagonale rasoterra sul secondo palo. Gol. Svantaggio dimezzato e scossa per la rimonta finale della Roma.

Ma, soprattutto, nel giorno della sua presenza numero 508 in serie A, una rete che permette al capitano dei giallorossi di staccare Giuseppe Meazza e José Altafini, salendo a quota 217 gol in carriera nel massimo campionato italiano.

Ora Totti è terzo da solo in questa graduatoria all-time. L’unico, nei primi 50, ancora in attività (e in una squadra italiana) insieme a Di Natale (il bomber dell’Udinese è però 19esimo con 155 gol, ndr). Il primo è ovviamente Silvio Piola, inarrivabile con 274 reti. Secondo, invece, Gunnar Nordahl a quota 225. E, forse, un obiettivo davvero realistico da qui a fine campionato.

A 36 anni, alla ventesima stagione in serie A (sempre con la Roma) e ancora decisivo ai massimi livelli, nonostante tutto.

Per il momento, “217 volte Totti”. E il conteggio resta aperto.

top 10 marcatori di sempre serie A*
Silvio Piola, 274
Gunnar Nordahl, 225
Francesco Totti, 217
Giuseppe Meazza e José Altafini, 216
Roberto Baggio, 205
Kurt Hamrin, 190
Giuseppe Signori e Alessandro Del Piero, 188
Gabriel Omar Batistuta, 184

(*) la classifica non tiene conto dei campionati non ufficialmente riconosciuti: quello dell’Alta Italia (1944) e quello misto serie A-B (1945-46), giocati con la struttura a gironi.

Condividi
Torinese, classe 1983. Da piccolo voleva vedere Wembley e il Maracanã, gli manca ancora il secondo. Toro e Arsenal nel cuore, sta fra un tackle di Gilberto Silva e Tony Adams che chiama il fuorigioco.