La Juventus batte il Napoli e conquista il primato solitario

Per alcuni uno scontro che vale già una fetta di scudetto. Sicuramente la sfida tra le due squadre al momento più forti del campionato. Grande equilibrio ed agonismo per tutto il primo tempo e gran parte della ripresa. Alla fine la vecchia signora fa valere la maggior profondità della rosa, conquistando la vittoria grazie a due subentrati, Caceres e Pogba.

Vince la paura di perdere-Le due squadre partono subito a ritmi molto sostenuti. Il gioco si sviluppa in spazi strettissimi ed entrambe le compagini faticano a rendersi pericolose. Le occasioni da gol latitano, ma lo spettacolo è reso gradevole dalla grande intensità agonistica messa in campo da entrambe le squadre. Al 27′ è finalmente Cavani a far tremare i tifosi bianconeri con una punizione da sinistra che colpisce in pieno l’incrocio dei pali opposto. L’episodio sembra dare fiducia alla banda Mazzarri, che prende in mano il pallino del gioco. Negli ultimi minuti del primo tempo rispunta però la Juve, che al 46′ va vicino al gol con un bel sinistro di Marchisio da fuori area deviato in corner da De Sanctis.

Vincono i cambi- Nella ripresa parte bene la Juve, con un sinistro da posizione impossibile di Asamoah imbeccato da Pirlo e una punizione dello stesso centrocampista azzurro deviata insidiosamente dalla barriera. Al 55′ si rivede il Napoli in contropiede con Pandev solo davanti a Storari recuperato magistralmente da Marchisio. Passa solo un minuto e Giovinco va vicino al gol girandosi bene nell’area avversaria. Al 66′ il neo entrato Matri non tocca con abbastanza convinzione il pallone su lungo e millimetrico lancio di Pirlo.Il Napoli si rivede al 31′ con Cavani che prova un incredibile gol in girata su una ribattuta di Bonucci. Ma al 35′ arriva il gol della Juventus: è il subentrato Caceres a timbrare di testa su corner dalla sinistra di Pirlo. Il Napoli crolla e dopo solo due minuti viene abbattuto da un gran gol dell’altro subentrato Pogba, che con un gran sinistro al volo fulmina De Sanctis. Due lampi e la Juventus si porta a casa il primo set scudetto.

JUVENTUS-NAPOLI 2-0
Juventus (3-5-2): 
Storari; Bargagli, Bonucci, Chiellini; Lichsteiner, Vidal (30′ Pogba), Pirlo, Marchisio, Asamoah (33′ Caceres); Quagliarella (60′ Matri), Giovinco. A disp.: Rubinho, Lucio, Marrone, Padoin, Isla, Giaccherini, Bendter. All.: Alessio.
Napoli (3-5-2): De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Gamberini (85′ Insigne); Maggio, Inler, Behrami (88′ Dzemaili), Hamsik, Zuniga; Cavani, Pandev. A disp.: Rosati, Colombo, Grava, Fernandez, Aronica, Uvini, Mesto,  Donadel, Dossena, Insigne, Vargas. All.: Mazzarri.
Arbitro: Damato di Barletta
Marcatori: Caceres (80′), Pogba (82′)
Note: Ammoniti: Cavani, Campagnaro, Inler (N), Vidal, Chiellini, Barzagli  (J)

Condividi
Nato negli anni della grande Samp, appena un anno dopo lo scudetto targato Vialli&Mancini. Laureato in Scienze politiche all'università di Genova, ama scrivere di calcio e di politica. Email: llottero@mondosportivo.it