Il Chelsea fa suo il derby di Londra

A “White Hart Lane” è tempo di derby. Il Tottenham, reduce da 4 vittorie consecutive, riceve il Chelsea capolista e ancora imbattuto in Premier League. Per la prima volta si incrociano Di Matteo e Villas-Boas: passato e presente dei Blues. Lo scorso anno i due lavorarono insieme fino a marzo, prima che Abramovich decidesse di liquidare il portoghese e di affidare la panchina all’italiano. Il resto è storia, con Drogba e compagni ad alzare la Champions League dopo i rigori dell’Allianz Arena.

Di Matteo deve rinunciare a Terry, squalificato, e a Lampard. Il centrocampista, non al 100%, si accomoda in panchina. Per i blues solito 4-2-3-1, con il terzetto Oscar-Mata-Hazard alle spalle di Torres. Forfait pesante per gli spurs: Bale non è neppure in panchina. Il gallese sta per diventare papà. Villas-Boas si affida a Defoe e al dribbling di Lennon. In porta torna Friedel, con Lloris che va in panchina.

CAHILL SBLOCCA IL DERBY – E’ il Chelsea a prendere in mano la partita. I blues gestiscono meglio il possesso e lasciano agli spurs pochissimi spazi. Al 17′, alla prima occasione, gli ospiti passano. Angolo di Mata, Gallas respinge di testa, ma la palla termina sui piedi di Cahill. Il difensore si coordina benissimo e di destro al volo supera Friedel. Il Tottenham prova a reagire e al 19′ Defoe impegna Čech con un destro da fuori area.

Il Chelsea cerca di abbassare i ritmi del gioco e mostra una buona fluidità di manovra. Il Tottenham fatica a recuperare palla e lascia troppo campo ai piccoletti di Di Matteo. Quando Hazard e Mata riescono a partire in velocità gli spurs faticano. Intorno alla mezz’ora gli uomini di Villas-Boas iniziano a premere. Lennon viene servito con maggiore frequenza e dai suoi piedi nascono i maggiori pericoli per Čech. Al 30′ il nazionale inglese mette in mezzo, la palla arriva sul secondo palo ma Sigurðsson calcia a lato.

Alla ricerca del pari il Tottenham lascia la difesa scoperta, al 38′ il Chelsea in contropiede va vicino al raddoppio. Ramires parte palla al piede e serve Mata. Lo spagnolo calcia da fuori area, Friedel respinge, la sfera torna sui piedi del giocatore dei blues che manda alto. Al 42′ Dempsey prova da fuori area ma Cahill fa muro e mette in angolo.

SORPASSO E CONTROSORPASSO – Senza cambi le squadre tornano in campo per la ripresa. Fin dall’avvio il Tottenham mostra un piglio differente. Gli spurs alzano la linea del pressing e al 46′ trovano subito il pari. Punizione dalla trequarti: Huddlestone mette sul secondo palo, Vertonghen fa sponda al centro dove l’ex Gallas devia in rete. Inspiegabilmente ferma la difesa del Chelsea nell’occasione che lascia il francese completamente solo a pochi metri dalla porta. Gli spurs continuano ad attaccare e al 54′ completano la rimonta. Lennon calcia da fuori, sulla traiettoria si fionda Defoe che devia e sorprede Čech.

Il Chelsea si riorganizza e riprende a macinare gioco. Al 66′ Oscar mette al centro dalla destra, Gallas respinge sui piedi di Mata, lo spagnolo di piatto destro batte un incolpevole Friedel. Gli spurs si rigettano in avanti, affidandosi a un Defoe particolarmente pimpante. L’attaccante tenta di sorprendere Čech da lontano, ma il portiere del Chelsea mette in corner.

La partita è apertisima e ricca di capovolgimenti di fronte. Al 69′ il Chelsea torna in vantaggio. Ramires serve Hazard che con un preciso tocco di prima intenzione mette Mata di fronte a Friedel. Per lo spagnolo battere il portiere in uscita è un gioco da ragazzi.

Villas-Boas prova a giocare la carta Adebayor, ma la difesa del Chelsea riesce a chiudere ogni varco. All’85’ Torres va vicinissimo alla quarta rete, con destro a girare che termina di poco a lato. In pieno recupero i blues chiudono il derby. Mata ruba palla a Walker, serve Sturridge che da pochi emtri dalla porta mette il punto esclamtivo sul London derby.

TOTTENHAM – CHELSEA: 2-4 (0-1)

Tottenham (4-2-3-1): Friedel, Walker, Caulker, Gallas, Vertonghen, Huddlestone (22’st Livermore), Sandro, Lennon, Dempsey (29’st Adebayor), Sigurðsson, Defoe. A disp.: Lloris, Dawson, Falquè, Naughton, Townsend. All. Villas-Boas.
Chelsea (4-2-3-1): Čech, Ivanović, Luiz, Cahill, Cole, Mikel, Ramires, Mata, Oscar (38’st Sturridge), Hazard (45’st Lampard), Torres. A disp.: Turnbull, Azpilicueta, Bertrand, Moses, Romeu. All: Di Matteo.
Arbitro: Mike Dean.
Marcatori: 18′ Cahill (C), 46′ Gallas (T), 54′ Defoe (T), 66′ e 69′ Mata (C), 90′ Sturridge (C)
Note: ammoniti: Huddlestone, Gallas, Walker (T), Ivanovic, Ramires (C); espulsi: –

Condividi
Classe 1981, vive a Massa. Scienziato politico, calciatore dilettante e fondatore di Italnews. Adora il calcio giocato, senza moviole e polemiche inutili. Folgorato dal calcio britannico e dal Leeds United.