Inghilterra, quelle pillole di caffeina…

Dopo la partita contro la Polonia, valida per le qualificazioni ai Mondiali 2014, Glen Johnson rivela dei retroscena particolari che riguardano l’Inghilterra. In un’intervista rilasciata al “Telegraph“, il terzino del Liverpool dichiara che la Nazionale inglese avrebbe pensato a un “aiutino” per affrontare al meglio la sfida contro i polacchi. In sostanza, i giocatori inglesi avrebbero ingerito delle pasticche a base di caffeina poco prima di andare allo stadio.

Il problema è sorto quando la partita è stata rinviata per pioggia: non potendo, appunto, smaltire quelle pasticche, i calciatori inglesi si sono ritrovati a dover affrontare una notte insonne in albergo. Il risultato di tutto questo, è stato un pareggio ottenuto contro la Polonia (l’incontro è stato disputato il giorno successivo), con i giocatori di Hodgson apparsi piuttosto spenti in campo. L’effetto-caffè si è manifestato contro loro stessi, peggio di un boomerang. Non era meglio il classico tè delle 17.00?

Condividi
Nato a Gaeta nel 1988. Appassionato di (grande) calcio, ma anche di molti altri sport. Dopo aver calpestato svariati campi di terra ed erba, ha deciso di tentare la sua prima avventura in una redazione.