Egitto, campionato rinviato a data da destinarsi

Ancora problemi nel campionato egiziano, fermo dallo scorso febbraio a causa della strage del Port Said, in cui 74 persone persero la vita a causa degli scontri tra gli ultras dell’Al Masri e dell’El AhlyLa federcalcio egiziana, non ha ancora ricevuto garanzie di sicurezza dal ministero degli interni e, in mancanza di questo “via libera”, ha deciso di rinviare il campionato a data da destinarsi. Inoltre, gli ultras dell’El Ahly sostengono che le forze dell’ordine non siano state in grado di evitare “la peggiore tragedia del calcio egiziano“, e si oppongono anche loro alla ripresa del campionato, fino a quando non saranno stati condannati tutti i responsabili.

Il calcio africano sta attraversando una situazione molto delicata, in tema di violenza, che merita di essere trattata con la dovuta cautela. L’ultimo episodio, in ordine di tempo, riguarda Senegal-Costa D’Avorio, sospesa per lancio di oggetti e petardi in campo per via di un rigore concesso alla squadra di Drogba, per niente piaciuto ai senegalesi.

Condividi
Nato a Gaeta nel 1988. Appassionato di (grande) calcio, ma anche di molti altri sport. Dopo aver calpestato svariati campi di terra ed erba, ha deciso di tentare la sua prima avventura in una redazione.