Ufficiale: Massa ha rinnovato con la Ferrari

La notizia era ormai nell’aria da qualche tempo, ma l’ufficialità è arrivata solamente oggi: Felipe Massa correrà per un’altra stagione con la scuderia Ferrari. La conferma del brasiliano, autore di buone prestazioni negli ultimi gran premi, è arrivata direttamente dalla scuderia di Maranello, dopo un incontro avvenuto in mattinata tra lo stesso pilota sudamericano ed il presidente della Rossa Luca Cordero di Montezemolo. “Sono felicissimo, questa è la mia famiglia sportiva e io ho sempre corso in Formula 1 guidando dei motori costruiti qui: non riesco a vedermi al volante di una monoposto spinta da altri propulsori”, le prime parole di un eccitato Massa.

Voglio ringraziare innanzitutto il Presidente Montezemolo e Stefano Domenicali, che mi hanno dato fiducia e mi hanno sempre sostenuto, anche nei momenti più difficili. Entrambi, la squadra e tutti i tifosi possono essere certi che faro’ tutto quello che e’ nelle mie possibilità per aiutare la Scuderia a raggiungere i traguardi che si pone ogni anno”, ha aggiunto il ferrarista, che si è guadagnato sul campo una riconferma messa seriamente in discussione ad inizio anno, dopo prestazioni davvero sconcertanti.

Parole di soddisfazione sono arrivate anche da Stefano Domenicaliteam principal della scuderia del cavallino rampante: “Siamo lieti di aver prolungato il rapporto con Felipe per un’ulteriore annata. E’ parte della nostra famiglia da oltre un decennio e ha dimostrato, soprattutto in quest’ultimo scorcio di stagione, di essere di nuovo competitivo ai massimi livelli, come ci aspettiamo da ogni pilota che sia al volante della Ferrari. Abbiamo sempre supportato Felipe, anche nei momenti più difficili della sua carriera, siamo certi del suo valore e che saprà ripagare la fiducia che gli è stata rinnovata”.

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.