Svezia ko: l’Italia Under21 stacca il pass per Israele 2013

Missione compiuta per l’Italia Under21 del CT Devis Mangia: dopo il successo della gara d’andata, gli azzurrini battono anche nel ritorno i pari età della Svezia, qualificandosi per la fase finale dell’Europeo di categoria del prossimo giugno. Alla “Guldfageln Arena” di Kalmar succede tutto nella ripresa, con l’Italia in doppio vantaggio grazie a Insigne e Florenzi, ma ripresa immediatamente dalle reti svedesi; nel finale arriva la rete del 3-2 di Immobile che scaccia i fantasmi e manda gli azzurrini ad Israele 2013. Qualificazione meritata, giunta alla fine di una gara dominata dagli ospiti; scandinavi, invece, in partita solo a cavallo della metà della ripresa.

DOMINIO ITALIA, MA E’ 0-0 – Rossi per Saponara: è questo l’unico cambio nell’Italia rispetto alla formazione schierata nella gara d’andata, mentre tra gli scandinavi rientrano dopo la squalifica Celik e Albornoz. Più Italia che Svezia nei primi minuti gioco: azzurrini padroni del campo e più volte alla conclusione, svedesi, invece, in difficoltà nella costruzione della manovra. Under21 italiana ad un passo dalla rete del vantaggio al minuto 16, quando il portiere Johnsson compie un vero miracolo su un colpo di testa ravvicinato di De Luca. Risposta scandiva affidata a Ishak: stavolta è Bardi a superarsi, salvando la sua porta. E’ Immobile il più pericoloso tra gli azzurrini: l’attaccante del Genoa ci prova senza fortuna in almeno un paio di occasioni, palla che non entra; stesso esito più tardi per le conclusioni di De Luca e Caldirola: Italia che continua a fare la partita. L’ultima emozione del primo tempo è targata Insigne, ma la mira del napoletano non è delle migliori e si va al riposo sullo 0-0.

SPETTACOLO A KALMAR: L’ITALIA TRIONFA – Seconda frazione di gioco che si apre senza cambi né da una parte né dall’altra. Inerzia della ripresa che non si discosta molto da quella del primo tempo, con l’Italia che continua a tenere in mano le redini dell’incontro. La pressione degli azzurrini si concretizza al 68′: palla per Insigne al limite dell’area, tiro del numero 10 leggermente deviato e sfera che s’insacca alle spalle del portiere svedese.  Italia mortifera: passano solo 2′ e Florenzi segna il 2-0 con un tiro secco da posizione ravvicinata. Nemmeno il tempo di esultare, però, che la Svezia accorcia le distanze con Ishak, bravo a sfruttare una dormita della retroguardia italiana. Scandinavi che incredibilmente pareggiano al 78′ con un gol straordinario di Hiljemark, che beffa Bardi con un sinistro al volo da fuori area. Italia in sofferenza, ma che scaccia i fantasmi a 4′ dalla fine: palla al bacio di Gabbiadini per Immobile, tocco sotto e 3-2 azzurro.

SVEZIA U.21-ITALIA U.21: 2-3

Svezia (4-4-2): Johnsson; M.Johansson, Jansson, Pettersson, Demir (33’st Claesson); Hiljemark, J.Johansson (28’st R.Jonsson), Hamad, Albornoz; Celik (25’st Armenteros), Ishak. A disp.: Sandberg, Baffo, Thern. All.: Ericson.
Italia (4-4-2): Bardi; De Sciglio, Caldirola, Capuano, Frascatore; F.Rossi, Florenzi (37’st Crimi), Marrone, Insigne;  Immobile (45’st Saponara), De Luca (14′ st Gabbiadini). A disp.: Colombi, Sampirisi, Viviani, Romagnoli. All.: Mangia.
Arbitro:  Olivier (Inghilterra)
Marcatori: 68′ Insigne (I), 70′ Florenzi (I), 72′ Ishak (S), 78′ Hiljemark (S), 86′ Immobile (I)
Note: ammoniti: Marrone, Frascatore (I); espulsi: –

Condividi
Nato a Fondi (LT) il 18 gennaio 1984, è laureato in Teoria della Comunicazione. Scozzese di adozione, vive a Edimburgo, dalla quale non smette di coltivare le sue sue maggiori passioni: il calcio e la scrittura.