Ansia Cavani, salta la Bolivia

C’è ansia in casa Napoli e in Uruguay per le condizioni di Edinson Cavani, che potrebbe accomodarsi in panchina in occasione dell’incontro con la Bolivia, valido per le qualificazioni al Mondiale in Brasile. Si parla di scelta tecnica di Tabárez, ma anche di affaticamento del giocatore, soggetto a voli trans-oceanici, da Napoli fino in Sud-America. Inoltre, a tutto questo si aggiunge che Bolivia-Uruguay si giocherà a La Paz, la capitale più alta del mondo, situata a circa 3650 metri sul livello del mare: le condizioni ambientali risulterebbero molto usuranti per chi non è abituato a quelle altitudini.

In vista dell’incontro di sabato contro la Juventus, Cavani non sembra essere preoccupato: “Avrò tempo e modo per pensare alla gara con i bianconeri, ora penso a recuperare forze e morale per la difficile partita con la Bolivia“. E sulla sconfitta contro l’Argentina: “È stato un colpo molto duro, ma ci siamo ripresi da momenti anche peggiori. Dobbiamo ripartire dal primo tempo disputato a buoni livelli e provare a vincere, restando uniti come lo siamo sempre stati negli ultimi anni“.

Diversamente, invece, la pensa Mazzarri, il quale ha dichiarato apertamente che spera che Cavani non scenda proprio in campo, neanche nella ripresa. Il matador, infatti, tornerebbe in Italia a sole 48 ore dall’incontro di Torino; e se tornasse stremato dagli impegni con la nazionale, non potrebbe preparare al meglio una delle partite più importanti del campionato.

Condividi
Nato a Gaeta nel 1988. Appassionato di (grande) calcio, ma anche di molti altri sport. Dopo aver calpestato svariati campi di terra ed erba, ha deciso di tentare la sua prima avventura in una redazione.