Olsen: “Pensare ancora al biscotto? Mentalità italiana”

Nella conferenza stampa precedente la partita contro l’Italia, il CT della Danimarca Morten Olsen ha spaziato su più argomenti. Uno è quello che ha fatto più scalpore, e che il tifoso italiano ancora ha bene in mente. Il biscotto tra danesi e svedesi, che estromise gli azzurri dall’Europeo del 2004, è stato talmente indigesto da riproporsi ancora a 8 anni di distanza. Olsen su questo aspetto non ha risparmiato una dura frecciata: “Basta parlare di quella partita. Noi abbiamo giocato al massimo contro la Svezia; non è un caso che in Italia ancora se ne parli. E’ tutta una questione di mentalità. Poi sentire queste accuse da un paese in cui ci sono stati due grandi scandali…non fatemi dire ciò che veramente penso, perchè ho paura di esagerare“.

A livello tecnico, il CT danese ha solo complimenti per l’Italia di Prandelli, ma assicura che i suoi sono pronti: “Siamo carichi per battere l’Italia, che è una grande squadra. Balotelli è strepitoso, e Pirlo un giocatore talentuoso. Se lo lasciamo libero di giocare per noi diventerà difficile. Ma non basta arginare solo lui, perchè ci sono anche altri pronti a farci male, come De Rossi. Dobbiamo prepararci ad affrontare tutti“. La Danimarca è chiamata a rialzarsi dopo il pareggio con la Bulgaria per coltivare aspirazioni di qualificazione al prossimo Mondiale, e Olsen assicura che lo stimolo di giocare contro gli azzurri aiuterà: “E’ più facile rialzarsi contro l’Italia che contro squadre minori. Ho parlato ai miei ragazzi, e sono prontissimi per fare bella figura a Milano“. A cominciare da Bendtner che, assicura Morten, troverà presto spazio anche nella Juve, una volta ambientatosi adeguatamente.

Condividi
Nato a Roma nel 1986, laureato in Management delle Imprese Sportive. Nella vita un solo obiettivo: raccontare lo sport; il calcio in particolare. Attualmente collaboratore di bettingisland.it e tuttochampions.it. Email: sgiovampietro@mondosportivo.it