Fondi, altro ko: al Purificato l’Aprilia si impone 2-1

Il Fondi del neo tecnico Provenza perde in casa il derby con l’Aprilia ed esce sconfitto per la terza domenica consecutiva, rimandando l’appuntamento con la vittoria casalinga.

Il Fondi “nuovo corso” esordisce davanti al proprio pubblico con un 4-3-3 composto da una linea difensiva con Esposito e Naglieri nel ruolo di terzini, Fedi e l’ esordiente Mucci al centro, centrocampo con Tamasi play-maker supportato da Cucciniello e Cannoni (al rientro dopo l’ infortunio), Guidone (al ritorno dopo la squalifica) al centro dell’ attacco con il supporto di Bernasconi a destra e D’Anna a sinistra.

Formazione annunciata per l’Aprilia, negli uomini come nel modulo: 4-4-2 con Ferrari e Calderini in attacco

Dopo sei minuti, la prima chance è dell’Aprilia, con Calderini, che chiama Gasparri all’ uscita per deviare in corner.

Ma al quarto d’ ora, è il Fondi a trovare la rete: Esposito recupera palla a centrocampo, serve D’ Anna sulla sinistra, l’appoggio per Naglieri in sovrapposizione, il cross sul secondo palo e la botta al volo dell’ accorrente Cucciniello, che in diagonale ha insaccato l’1-0.

E subito dopo è stato Guidone, con un tiro dalla distanza di poco alto, a far gridare al raddoppio.

Quindi, a sei minuti dal riposo, dopo una fase senza particolari sussulti, l’Aprilia trova il pareggio: angolo di Criaco, testa di Diakite ad anticipare compagni ed avversari, palla sul palo e poi in rete.

E pochi secondi dopo, sull’ onda dell’ entusiasmo, Aprilia vicino al vantaggio con una conclusione a girare di Calderini, di pochissimo a lato.

Nel secondo tempo, l’Aprilia opta per un atteggiamento più aggressivo. Mister Vivarini passa infatti a tre punte (Criaco e Sassano più offensivi sulla fasce) per puntare ad arginare il gioco degli esterni rossoblù, ma per circa un quarto d’ ora non si vede nulla da ambo le parti.

Al 18’, una punizione dal limite di Croce termina di poco alta sulla traversa, mentre al 24’ è Criaco dalla distanza a chiamare Gasparri ad una difficile deviazione.

Ma al 27’, la chance migliore è per il Fondi con Guidone che, ottimamente servito da Cucciniello, non riesce ad involarsi verso la porta avversaria, praticamente indisturbato.

E, come spesso accade, per un goal mangiato ce n’è uno subìto: Criaco crossa da destra sul secondo palo per Sassano che di testa, indisturbato, mette il pallone dalla parte opposta, con Gasparri fuori causa.

E lo stesso autore del 2-1, a sette minuti dalla conclusione, a sfiorare ancora la marcatura con un tiro ravvicinato respinto dal portiere dopo triangolazione con Ferrari.

La reazione del Fondi è in una conclusione al volo di Guidone, il quale colpisce male il pallone servitogli da De Giorgi permettendo a Di Vincenzo di bloccare in tuffo, seppur in due tempi.

Alla fine, l’Aprilia conserva il primato, peril Fondi un’altra domenica negativa, pur facendo vedere buone cose.

Condividi
Formato da una redazione dinamica e giovane, MondoPallone.it parla di calcio e respira sport. Sempre sul pezzo, continuamente all'opera per fornire un'informazione pulita, diretta, sincera. Email: redazione@mondosportivo.it