Gol e spettacolo, il Novara batte il Brescia 4-2

Grande vittoria per il Novara, che nell’anticipo di Serie B travolge il Brescia di Alessandro Calori e ritrova la vittoria dopo due sconfitte consecutive.  Il Brescia si presenta in campo con la formazione annunciata alla vigilia, con Caracciolo e Corvia a fare da terminali offensivi nel solito 3-5-2. Qualche novità in più, invece, nel Novara. Tesser esclude a sorpresa Piovaccari – che va addirittura in tribuna – e al suo posto sceglie il rientrante Mehmeti. L’avvio di gara sembra sorridere agli ospiti, che nel primo quarto d’ora vanno per ben due volte vicini al vantaggio. In entrambe le occasioni è Martina Rini ad avere il pallone buono per il vantaggio, ma la prima volta lo spreca calciandolo centralmente mentre la seconda fallisce in pieno l’aggancio. Dopo i primi venti minuti comincia a venir fuori la formazione di Attilio Tesser, desiderosa di riprendersi i tre punti dopo due sconfitte di fila. Salgono in cattedra Gonzalez e Mehmeti, un duo a dir poco devastante se in serata di grazia.

La svolta arriva, però, solo alla mezz’ora, quando Mehmeti firma la rete dell’1-0 per i padroni di casa: dormita colossale di Stovini, cross in mezzo di Gonzalez per Mehmeti, che batte Kosicky in infilata. Ci si aspetterebbe una reazione da parte della formazione di Alessandro Calori. Reazione che non arriva, con grande sgomento del tecnico. Gonzalez fa diventare matti i difensori bresciani e dialoga alla perfezione con Mehmeti e Lepiller: alla fine del primo tempo sono già tre gli ammoniti tra le fila del Brescia.

La ripresa si apre, invece, con un Brescia tutto proiettato in avanti a caccia della rete del pareggio. Al 4′ è Lisuzzo a salvare tutto su gran colpo di testa di De Maio, che era andato anche lui di testa a botta sicura. Proprio nel momento migliore del Brescia, arriva il raddoppio del Novara con una gran botta dalla distanza di Gonzalez, sempre più anima di questa squadra. Sembra finita, ma dopo nemmeno 5 minuti Caracciolo accorcia le distanze su cross del nuovo entrato Saba.

Nel quarto d’ora finale succede di tutto. Calori getta nella mischia Mitrovic, che dopo pochi minuti dal suo ingresso in campo si fa espellere in maniera ingenua per proteste. Arriva immediatamente il 3-1 del Novara: sgroppata di Faragò e cross in mezzo per Gonzalez, con Stovini che infila la propria porta nel tentativo di anticipare l’avversario. Sembra finita, ancora una volta, ma Caracciolo non ci sta e con un’azione fotocopia rispetto al 2-1 accorcia ancora le distanze. Al 90′, però, Baclet trova la deviazione fortunata sul cross di Del Prete e chiude definitivamente la partita.

NOVARA – BRESCIA 4-2

NOVARA (4-3-1-2): Kosicki; Ghiringhelli, Lisuzzo, Bastrini, Del Prete; Pesce (dal 33′ st Faragò), Barusso, Marianini, Lepiller (dal 12′ st Perticone; Mehmeti (dal 27′ st Baclet), Gonzalez. A disp.: Tonozzi, Buzzegoli, Motta, Rubino, Farago. All.: Tesser
BRESCIA (3-5-2): Arcari; De Maio, Salamon, Stovini; Zambelli, Martina Rini (dal 16′ st Saba), Budel, Bouy (dal 43′ st Benali), Scaglia; And. Caracciolo, Corvia (dal 27′ st Mitrovic). A disp.: Russo, Ant. Caracciolo, Picci, Finazzi. All.: Calori
Arbitro: Baracani di Firenze
Marcatori: 30′ pt Mehmeti, 13′ st Gonzalez, 18′ st Caracciolo, 36′ st. aut Stovini, 38′ st Caracciolo, 43′ st Baclet
 Espulso Mitrovic al 34′ st per proteste. Ammoniti Caracciolo, De Maio, Corvia, Zambelli, Barusso. Recuperi 1′ e 5′.

Condividi
Nata a Formia nell’87, si infila in qualunque progetto preveda la scrittura e la visione di partite. Vicedirettrice di Bundesligapremier, collabora con Tuttochampions, Tuttomercatoweb e Latina Oggi.