Rugby: al via la Heineken Cup

Per due squadre abituate a viaggiare fra Emilia-Romagna, Veneto e Gran Bretagna, parlare di stagione europea può sembrare un paradosso. Così però non è, perché le due italiane impegnata nel Pro 12 di rugby s’appresteranno questo week-end, dopo tanta attesa, a inaugurare i propri impegni nella Heineken Cup 2012-2013.

Nel massimo torneo continentale, che oltre ai club “celtici” prevede la partecipazione di francesi e inglesi, Treviso questa sera (ore 20.55) farà la visita agli Ospreys, campioni celtici in carica, sconfitti dai Leoni 12-6 in Agosto. Barbieri e compagni cercheranno di vendere cara la pelle, cavalcando magari la buona forma recente. Nel girone 2, fa un po’ paura lo Stade Toulosain, vero e proprio cardine nell’edificio che è la storia della palla ovale francese. 19 titoli transalpini, 5 Coppe di Francia e 4 Heineken Cup: basterebbe anche meno per far tremare le gambe, anche in virtù del secondo posto nel Top 14 dopo 8 giornate. Completano il quadro del raggruppamento i Tigers (Leicester, Inghilterra) dell’azzurro Castrogiovanni, il che conferma che poteva andar meglio in fase di sorteggio.

Per quanto riguarda la franchigia italiana che ha sostituito gli Aironi a questi livelli, le Zebre ospiteranno domani pomeriggio (ore 14.30) a Parma il Connacht, decima forza del Pro 12 già corsara allo Stadio XXV Aprile 17-30 lo scorso 7 Settembre. Allora, i ragazzi del direttore tecnico Christian Gajan patirono soprattutto la serata perfetta di Nikora e Duffy e ora lo sforzo richiesto è notevole. La collocazione oraria è forse l’ideale affinché un bagno di folla consono saluti l’esordio bianconero in Europa. Tornando sull’incontro perso di recente con gli Ospreys, l’ex tecnico di Repubblica Ceca e Bayonne ha rimarcato che “L’impegno è correggere gli errori che facciamo per riuscire via via a diminuirli. Penso che sia difficile per il pubblico di Parma continuare a vedere la propria squadra perdere; ma il pubblico è con noi, lo ringrazio. Per me non cambia niente tra RaboDirect PRO12 ed Heineken Cup: il livello è lo stesso, alto. Connacht nella gara di un mese fa su questo campo ci aveva punito grazie a degli episodi; potevamo vincere quella gara nel finale. Abbiamo bisogno di un approccio diverso nel primo tempo e poi vedremo

Condividi
Sardo classe 1987, ama il rugby, il calcio e i supplementari punto a punto. Già redattore di Isolabasket.it e della rivista cagliaritana Vulcano, si è laureato in Lettere con una tesi su Woody Allen. Email: mportoghese@mondosportivo.it