Palermo, Miccoli su Hernandez: “La squadra gli sta vicino”

Solamente ieri si è parlato del probabile gravissimo infortunio al crociato anteriore di Abel Hernandez. Il compagno di squadra e di reparto, Fabrizio Miccoli, capitano del Palermo, spera, insieme alla squadra, che non si tratti di nulla di grave, pronto a poterlo riabbracciare: “Come squadra gli staremo vicino, non voglio parlare prima di sapere come stanno le cose, perchè deve fare ancora la risonanza. Aspettiamo e vediamo quello che è successo. Spero per noi e per lui soprattutto che non sia niente di grave, ma se così fosse, la squadra è vicina a lui e lo aspetteremo a braccia aperte”.

Il giocatore rosanero ha commentato, tra le altre cose, anche il tipo di gioco, forse dispendioso, di mister Gasperini: “Al di là del gioco che facciamo con il mister, penso che in Seria A bisogna correre a prescindere dai moduli o da chi ti allena. Il calcio è basato molto più sull’aspetto fisico che sulla tecnica e quindi sicuramente bisogna correre”.

Condividi
Nato a Corleone l'1 luglio 1995, appassionato di calcio, ha già collaborato con Mondopallone ai tempi del vecchio sito. Collabora inoltre con tuttochampions.it dopo aver scritto anche per sportsbook24.net.