Brasile 2014: il “problema” della mascotte

In attesa del mondiale del 2014, in Brasile ci si ritrova ad affrontare un problema del tutto insolito: la scelta del nome della mascotte, che sta creando non pochi problemi nel Paese ospitante. Il mese scorso, la Fifa, ha pubblicato un elenco di tre probabili nomi che potrebbero essere assegnati al tatu-bola (una rara specie di armadillo locale): Amijubi, Fuleco e  Zuzeco. Il popolo brasiliano, tramite i media, è chiamato a esprimersi pubblicamente per sceglierne uno dei tre. Questi tre nomi, però, sembrano proprio non andare giù ai tifosi brasiliani, che chiedono e pretendono più voce in capitolo nella controversa questione.

Detto-fatto: i tifosi verdeoro hanno dato il via a una petizione onlinecon la quale chiedono di cancellare definitivamente questi tre nomi e, al momento, si contano circa 30.000 firme in soli due giorni. Il tatu-bola è diventato una questione di Stato, insomma, e dalle parole si è presto passati ai fatti. Tanto che la polizia di Brasilia sta indagando sul secondo “attentato” nei confronti di un gonfiabile rappresentativo della Coppa del Mondo. Il povero armadillo, trafitto da vandali armati di coltello, continua a sgonfiarsi, in attesa che si ponga la parola “fine” a questi episodi.

Condividi
Nato a Gaeta nel 1988. Appassionato di (grande) calcio, ma anche di molti altri sport. Dopo aver calpestato svariati campi di terra ed erba, ha deciso di tentare la sua prima avventura in una redazione.