La Roma ritrova i tre punti contro l’Atalanta, all’Olimpico finisce 2-0

Zeman decide di rivoluzionare l’undici titolare lasciando fuori pedine importanti come De Rossi, Burdisso ed Osvaldo. Molte le polemiche per queste scelte da parte del boemo, ma alla fine il corraggio di Zeman viene ripagato con la riconquista dei tre punti.

Dominio Atalanta, ma passa la Roma: La Roma scende in campo con tre sorprese che definire coraggiose è dire poco. In difesa non c’è Burdisso, al suo posto Marquinhos. Tenuto fuori anche De Rossi con Bradley al rientro dallo stop. In attacco ancora fiducia al trio Totti-Lamela-Destro, Osvaldo partirà dalla panchina. Colantuono può contare sul rientro di Peluso dalla squalifica, confermatissimo Denis che sarà affiancato dall’Under 21 De Luca.
Dopo 5′ di gioco Totti prende subito l’iniziativa con un destro dalla distanza che termina alto sopra la traversa. Sei minuti più tardi si ripete un copione divenuto purtroppo di casa tra i giallorossi. Svarione difensivo della Roma con Denis che ne approfitta e si ritrova a tu per tu con Stekelenburg, ma il portiere di nazionalità olandese salva la situazione. Al 13′ è ancora Atalanta, colpo di testa di Schelotto e pronta risposta di Stekelenburg che ancora una volta evita il vantaggio degli orobici. La Roma sembra essere in balia degli avversari che al 13′ creano un altro pericolo alla retroguardia capitolina con il solito Denis, ma il suo tiro si spegne sul fondo. Ma alla mezz’ora viene fuori la squadra di Zeman che dopo aver subito gli attacchi avversari reagisce con il gol del vantaggio. Totti, che ne inventa una delle sue, serve in area Lamela che ringrazia il suo capitano e sigla il gol dell’1-0. Sul finire di primo tempo ci prova ancora l’Atalanta con un tiro dalla distanza di Cigarini, ma Stekelenburg è attentissimo ed ancora una volta chiude lo specchio della porta. Al 43′ la Roma ha l’occasione di raddoppiare con Destro, ma il suo tiro al volo si stampa contro la traversa.

La Roma chiude il match: Al rientro dagli spogliatoi la Roma prova subito a chiudere la contesa a suo favore, ma il tiro di Florenzi termina sull’esterno della rete. Al 49′ ci prova Totti dalla distanza ma Consigli para tenendo i suoi ancora in corsa. La Roma, totalmente diversa da quella vista nel primo tempo, vuole il gol. Gol che arriva al 62′ con Bradley che è reattivo nell’insaccare una ribattuta su un tentativo di Destro. L’Atalanta vuole accorciare le distanze, ma il colpo di testa di Denis non è preciso. Al 73′ l’Atalanta recrimina per un gol annullato a Denis fermato dal guardalinee per un fuorigioco molto dubbio. Ma la Roma è viva e vuole dilagare. Lamela, in grande spolvero quest’oggi, ricambia il favore del primo tempo al suo capitano che ancora una volta vede negarsi il gol da Consigli.

Triplice fischio: Dubbi prima dell’inizio del match per la Roma di Zeman, scesa in campo con una formazione ricca di sorprese. L’Atalanta sembra cominciare il match con una marcia in più ma alla fine è la Roma a vincere e ritrova la vittoria davanti al suo pubblico; ma soprattutto riconquista i tre punti.

ROMA-ATALANTA: 2-0

Roma (4-3-3): Stekelenburg; Piris, Marquinhos, Castan, Balzaretti; Florenzi (86′ Marquinho), Bradley (72′ Perrotta), Tachtsidis; Totti, Lamela, Destro. A disp: Goicochea, Svedkauskas, Taddei, De Rossi, Burdisso, Osvaldo, Lopez, Romagnoli. All: Zeman.
Atalanta (4-4-2): Consigli; Raimondi, Matheu, Peluso, Brivio; Cigarini, Cazzola (72′ Scozzarella), Schelotto, Moralez (60′ Bonaventura); De Luca(64′ Marilungo), Denis. A disp: Frezzolini, Ferri, Troisi, Parra, Polito, Milesi, Palma. All: Colantuono.
Marcatori: 30′ Lamela (R), 62′ Bradley (R).
Ammoniti: Tachtsidis e Florenzi (R); Peluso, Cigarini e Cazzola (A).
Espulsi: nessuno.
Arbitro: Banti.

Condividi
Nato a Catanzaro il 10 dicembre 1987, vive a Roma dove studia Scienze della comunicazione. Appassionato di football americano e calcio, ha collaborato ai programmi radiofonici "E il pallone lo porto io" e "Snap Magazine".