Il Milan assume un poliziotto condannato per la Diaz

Il Milan ha assunto un nuovo consulente per la sicurezza. Si chiama Filippo Ferri, ed il suo nome compare nella lista dei condannati per i fatti avvenuti alla scuola Diaz durante il G8 del 2001.

Ferri (figlio dell’ex ministro Enrico Ferri, che ha militato anche in Forza Italia) è stato a capo della mobile di La Spezia e Firenze, prima della sentenza che lo ha condannato a cinque anni di sospensione dai pubblici uffici. Sentenza che avrebbe previsto anche tre anni e otto mesi di carcere, mai scontati da Ferri e gli altri poliziotti coinvolti perché coperti da indulto. Il suo nuovo impiego non mancherà di generare forti polemiche intorno al club di Via Turati.

Condividi
Nato negli anni della grande Samp, appena un anno dopo lo scudetto targato Vialli&Mancini. Laureato in Scienze politiche all'università di Genova, ama scrivere di calcio e di politica. Email: llottero@mondosportivo.it