Milan, voci d’addio per Galliani

La notizia è talmente grossa da dover essere maneggiata con estrema cura: dopo anni di trionfi, Adriano Galliani potrebbe lasciare il Milan. A riportare queste voci che da qualche tempo circolano negli ambienti rossoneri sono alcuni quotidiani importanti secondo cui, in particolare, la famiglia Berlusconi avrebbe deciso di cambiare i vertici societari e di affidare il ruolo di amministratore delegato a uno tra Fenucci e Biesuz.

Una cosa enorme anche solo a pensarla. Adriano Galliani, non c’è alcun dubbio, è tra i più grandi dirigenti di calcio non solo del presente ma, con ogni probabilità, degli ultimi 30 anni. Il suo peso all’interno del Milan – ma più in generale all’interno del mondo del pallone – è notevole e il suo lavoro è da tutti riconosciuto come eccellente. Ogni era, però, ha il suo tempo. Fatto sta che – stando a quanto si vocifera – la famiglia Berlusconi starebbe pensando a una importante svolta. A una figura, in altre parole, in grado di dare un volto nuovo al club cercando di mantenerlo ad alti livelli nonostante il difficile momento economico.

Di qui le due ipotesi sbattute in prima pagina dalla stampa. La prima strada porta a Claudio Fenucci, amministratore delegato della Roma con un ottimo passato a Lecce e il vivo apprezzamento di Silvio Berlusconi. Fenucci è pronto a lasciare la Capitale e uscirà dal club giallorosso con o senza la chiamata del Milan. Non solo: in linea teorica potrebbe addirittura lavorare insieme ad Adriano Galliani. E’ evidente, però, che le due figure si sovrapporrebbero creando, a dir nulla, imbarazzo.

L’altro nome è frutto di un’indiscrezione di Dagospia. Secondo il famoso portale internet, la seconda poltrona più importante di casa Milan sarebbe affidata a Giuseppe Biesuz, ad di Trenord e da sempre grande tifoso milanista. Intervistato da Il Giorno, il dirigente nato in Svizzera ha negato contatti con la proprietà rossonera ma ha dato la sua disponibilità a, parole sue, “aiutare il club”.

E Galliani? Per lui le strade sarebbero due. La più semplice porterebbe al vertice della Lega Calcio, ruolo che l’attuale ad rossonero ha già occupato e che molti suoi colleghi gli consigliano. L’altra possibilità porta a Parigi, dove Leonardo e Ancelotti lo vorrebbero per dirigere il club degli sceicchi. Un’opportunità, quest’ultima, molto affascinante ma che, fin qui, Galliani avrebbe rifiutato.

[Sportmediaset.it]

Condividi
Nato a La Spezia nel 1981, ha girovagato per l’Italia da sud a nord. Laureato in Scienze della Comunicazione a Bologna, è stato fra i primi collaboratori di MondoPallone.net. Attualmente vive a Padova, collaborando con diversi siti di informazione calcistica.