Il Faraone interrompe la maledizione di San Siro

La maledizione di “San Siro” è stata sconfitta. Con un 2-0 sul Cagliari il Milan si porta a casa i tre punti ed evita la terza delusione casalinga, portando un po’ di serenità a Milanello. Nonostante una partita in meno nelle gambe il Cagliari offre una prova poco graffiante; aggredisce i rossoneri a inizio ripresa ma senza trovare la via della rete e alla fine regala una soddisfazione all’ex di turno Allegri.

Il gol di El Sharaawy carica i rossoneri Milan in cerca di riscatto per cancellare nubi e paure di questo disastroso inizio di stagione. Allegri, costretto a guardarsi la partita dal box in stile Antonio Conte, deve fare a meno di Boateng e si affida a Emanuelson, promuovendo Traorè nella formazione titolare. Il primo quarto d’ora è firmato El Shaarawy che al 6′ tenta una sorta di coast to coast, sfumato a pochi passi da Agazzi e al 14′ realizza il gol del vantaggio: rete propiziata dallo stesso faraone che scambia con Montolivo e si propone sulla verticalizzazione dell’ex viola, sfruttando un clamoroso buco centrale lasciato dalla retroguardia avversaria. Con il vantaggio il Milan acquista coraggio e maggiore vivacità, offrendo un gioco all’altezza del suo blasone. Il Cagliari, però, non resta a guardare e cerca di sfruttare al meglio le occasioni a disposisione con T.Ribeiro e Ibarbo che mettono qualche brivido ad Abbiati. Prima dell’intervallo il Milan va vicino al raddoppio. Astori fa il bello e il cattivo tempo nella sua area di rigore; il difensore rossoblu prima devia sulla traversa una conclusione di El Shaarawy e poi evita che il tap-in di Pazzini finisca in rete.

Un po’ di Cagliari nella ripresa Il Milan abbassa il proprio ritmo di gioco nella ripresa, permettendo agli ospiti di alzare la testa e rendersi più aggressivi. Il Cagliari ci prova con un paio di conclusioni di Pinilla e con una deviazione di Ibarbo di testa, ma nel complesso il tridente d’attacco schierato da Ficcadenti non graffia a dovere e permette ad Abbiati di passare tranquillamente il resto della serata. La situazione degli ospiti si complica con il doppio giallo che Daniele Conti riceve dopo un lungo confronto con Pazzini in cui vola qualche colpo di troppo. Tutto in discesa per il Milan che non può far altro che archiviare l’incontro e assicurarsi i tre punti grazie ancora una volta al Faraone, lesto a concretizzare in rete il preciso assist di Ambrosini.

MILAN-CAGLIARI 2-0 (1-0)

Milan: Abbiati, Abate, Mexes, Bonera, De Sciglio, Traorè (53′ Constant), De Jong, Montolivo (75′ Ambrosini), Emanuelson (64′ Robinho), Pazzini, El Shaarawy. A disp.: Amelia, Gabriel, Nocerino, Acerbi, Niang, Bojan, Yepes, Antonini. All.: Allegri
Cagliari: Agazzi; Perico, Rossettini, Astori, Pisano; Dessena, Conti, Naingollan; Ribeiro (53′ Sau), Pinilla (82′ Nenè), Ibarbo (70′ Ekdal). A disp.: Avramov, Ariaudo, Avelar, Ekdal, Casarini. All.: Ficcadenti

Arbitro: De Marco di Chiavari
Marcatori: 14′ e 81′ El Shaarawy
Note: Espulso Conti (C) al 65′ per somma di ammonizioni. Ammoniti: De Jong, Pazzini, De Sciglio (M), Pisano, Pinilla (C)

Condividi
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal. Email: emodugno@mondosportivo.it