Cosmi: “Dimentichiamoci del match con l’Inter”

Il turno infrasettimanale di campionato, che si appresta a entrare nel vivo, sarà chiuso domani dal posticipo serale Siena-Bologna. Tra i bianconeri c’è grande euforia perché la vittoria di San Siro non è stata solo un risultato di prestigioso, ma ha permesso di cancellare gran parte di quella penalizzazione in classifica che obbliga la compagine toscana a occupare l’ultimo posto in classifica.

Il tecnico Serse Cosmi, intervenuto oggi in conferenza stampa, ha voluto mantenere bassi i toni  per permettere ai suoi ragazzi di preparare senza distrazioni la sfida con i felsinei: “Da lunedì ho chiesto subito ai ragazzi di pensare solo alla partita con il Bologna, che sarà assolutamente diversa da quella di Milano. Certo, non possiamo essere ipocriti e far finta che sia stata una vittoria normale, ma nel calcio si deve sempre ripartire da zero e così dovrà essere per noi”. Del resto l’attuale posizione di classifica rende importante l’impegno con il Bologna dove l’obiettivo principale sarà raccogliere i tre punti.

Un Cosmi apparso parecchio piccato nei confronti dei commenti che hanno contornato la sfida di San Siro e che davano il suo Siena già perso in partenza: “Ho letto che ci avrebbero preso a pallonate o sentito che il risultato è stato sorprendente in base alle statistiche. Mi sembra che ci sia chi non vuole leggere le partite e non ha la modestia di riconoscere cosa abbiamo fatto a San Siro. Tutti hanno giocato bene e anche chi era fuori ha partecipato con intensità straordinaria”. Un trattamento mediatico che non ha elogiato a dovere l’impresa del Siena, spendendosi maggiormente sul periodo negativo che sta attraversando l’Inter di Stramaccioni.

Intanto sono questi i 23 calciatori convocati per il match di domani: Farelli, Marini, Pegolo; Angelo, Del Grosso, Dellafiore, Felipe, Martinez, Neto, Paci, Rubin; D’Agostino, Mannini, Rodriguez, Sestu, Valiani, Vergassola, Verre; Bogdani, Calaiò, Paolucci, Rosina, Zè Eduardo.

Condividi
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal.