Pianeta Lega Pro – L’editoriale di Alfonso Perugini

Dario Barraco del Latina festeggia il goal che vale il primato in classifica

C’è una città che ha un record che dire negativo è forse troppo, ma di certo non entusiasmante. Questa città è Latina: l’unica in Italia con oltre 100.000 abitanti assieme a Sassari a non avere mai avuto la propria squadra in Serie B. E dire che sei anni fa la squadra nemmeno esisteva più dopo un tracollo finanziario e una stagione disastrosa in C2; mentre la Nazionale vinceva il mondiale, Latina scompariva dalla carta geografica del calcio professionistico. Si ripartiva dalla Promozione Laziale sui campi di pozzolana inanellando quattro promozioni consecutive e una salvezza soffertissima ai play-out di Prima Divisione nello scorso maggio. Ebbene, quel record quasi negativo sembra che quest’anno si possa infrangere: il Latina è primo in classifica in coabitazione con i grifoni del Perugia, dopo aver vinto contro un rinunciatario Sorrento domenica pomeriggio; in città comiciano a esserci le prime sensazioni, le prime previsioni e i tifosi tornano a riempire lo stadio Francioni. La vittoria è arrivata con un tiro telecomandato da più di trenta metri da parte di Dario Barraco, romano preso in estate dal Trapani. Ha già fatto tre goal in quattro partite ed è capocannoniere del girone B: tutti goal da fuori area e degni di essere chiamati eurogoal. La squadra sembra rispondere alle direttive di Fabio Pecchia e i tifosi cominciano a fare un pensierino sulla Serie B, fermo restando che l’obiettivo primario dei Leoni Neroazzurri è quello di ottenere una salvezza più tranquilla di quella arrivata l’anno scorso.

PRIMA DIVISIONE A – Continua la marcia a pieno punteggio del Lecce che tiene a debita distanza i liguri dell’Entella fermi a 9 punti, vincenti per 3-2 sul Trapani; i salentini vincono per 3-1 sul Treviso ancora fermo a zero punti. Molto buoni per il Lecce sono stati anche i risultati dagli altri campi delle squadre pretendenti alla promozione in serie cadetta: Carpi – Cremonese e Como – Portogruaro finiscono sull’1-1 e tutte quante rimangono nella corta palude di mezza classifica di inizio campionato. E’ quindi già fuga solitaria. La vera sorpresa della giornata è la FeralpiSalò che entra in zona play-off vincendo per 2-1 contro i granata della Reggiana. I lombardi della Lumezzane vincono in casa contro gli altoatesini del SudTirol e vanno a 5 punti con questa prima vittoria in campionato. L’altra vittoria minima della giornata va a favore del Pavia allo stadio “Olimpico” del San Marino. Riposa la Tritium, mentre Cuneo e Albinoleffe non vanno oltre lo 0-0.

PRIMA DIVISIONE B – Dopo la penalizzazione di un punto per irregolarità finanziarie, il Perugia torna a nove punti in classifica pareggiando con un pò di fatica al “Degli Ulivi” di Andria. Il Latina, battendo il Sorrento per 1-0 va a fare compagnia al vertice della classifica proprio ai “grifoni”. Il big match della giornata era l’anticipo del venerdi tra Benevento e Avellino: due squadre che in Campania aspettano tutto l’anno un derby di questo tipo e alla fine la spuntano i bianco-verdi che rafforzano il terzo posto con il Frosinone (vittorioso con bellissimo goal di Aurelio sul campo del Prato), e scaraventano giù a centro classifica proprio i beneventani. L’altro derby, quello della Versilia, tra l’ultima della classe Carrarese e i neri dell’Esperia Viareggio, si risolve a favore dei secondi con un chiaro 1-3 che volano con 7 punti al quinto posto. Il Gubbio la spunta sul Pisa per 2-1 che rimane a 5 punti, mentre Paganese e Catanzaro pareggiano 0-0. 0-0 anche tra Barletta e Nocerina nel posticipo giocato in Puglia alle 18 di domenica.

SECONDA DIVISIONE A – Nel girone A di seconda si vedono soprattutto dei pareggi: ben tre 1-1 per le partite Bellaria -Fano Alma Juventus, Bassano Virtus – Castiglione e Unione Venezia – Casale. Tutti risultati che fanno felice il Savona primo a 12 punti: i liguri vincono infatti con tris ai danni del Monza a nove punti dalla vetta della classifica. Una delle inseguitrici del Savona potrebbe essere l’Alessandria che vince e convince contro il Santarcangelo con un punteggio all’inglese e si porta al secondo posto con 9 punti in condominio con Renate (3-1 al Mantova) e Forlì (2-1 alla Giacomense). Altra partita interessante è stato il pareggio per 2-2 tra Milazzo e Pro Patria sul campo dei siciliani; il Milazzo, proprio in virtù del punto conquistato contro i lombardi provano togliersi dalla zona calda della classifica con il terzo pareggio in quattro giornate. Anche il Rimini vince e si toglie dall’ultimo posto in classifica vincendo per 2-0 in casa contro i rivali del Vallèe d’Aoste ultimi assieme agli scudettati del Casale.

SECONDA DIVISIONE B – L’Aprilia non vince ma pareggia 1-1 contro l’Hinterreggio al “Granillo”, e tanto basta per rimanere al primo posto assieme al Chieti vincente per 2-0 contro il Campobasso. Ciò che incuriosisce di più è il quartetto di coda con quattro squadre, tra cui la già citata Hinterreggio, ferme a pari merito a 2 punti: la più nobile di queste squadre, la Salernitana viene bloccata in un altro derby campano, stavolta contro l’Arzanese per 2-2. C’è poi il Fondi che racimola un altro punticino, stavolta contro L’Aquila per 1-1, e il Melfi che perde 1-0 sul campo del Poggibonsi. Il Teramo allunga il passo a centro classifica vincendo per 2-1 contro i toscani del Borgo a Buggiano; gli abruzzesi si portano a 5 punti. Gli altri toscani, quelli del Gavorrano, sono corsari sul campo dell’Aversa Normanna per ben 3-1 e anche loro si portano a 5 punti. L’ultico 0-0 della giornata è stato quello tra Vigor Lamezia e Martina Franca.

PER I RISULTATI DI PRIMA DIVISIONE CLICCA QUI

PER I RISULTATI DI SECONDA DIVISIONE CLICCA QUI

Condividi
Nato ad Atripalda (AV), il 6 dicembre 1988. Pubblicista dal 2011; laurea magistrale in Informazione e Sistemi Editoriali; collabora con “Il Corriere Laziale” e con altre testate anche non sportive, radio e web-radio.