Russian Premier League, preview 9°giornata

Senza la benchè minima sosta ritorna la Russian Premier League. Dopo la (magra) campagna europea tutti subito in campo ed ecco il nostro abituale preview per analizzare quanto accadrà nel week end, e provare magari a scommettere qualche giocata vincente.

Venerdì 21 settembre

ore 17 Krasnodar-Mordoviya Saransk

Sfida molto complicata per entrambe le squadre, che arrivano da un momento difficilissimo. Il Krasnodar non ha raccolto quanto auspicato, mentre il Mordoviya si è suicidato in casa col Krylya Sovetov. Ecco perchè la sfida di oggi è quasi uno scontro diretto: gli uomini di Muslin vogliono togliersi dalle sabbie mobili, cercando quella vittoria che manca ormai da troppo tempo, cinque giornate. Scherbachenko dovrà lavorare molto in difesa: nelle ultime quattro gare il suo Mordoviya ha preso 13 gol, e fino ad ora in trasferta è arrivato solo un punto. Nessuno squalificato da ambo le parti.

Arbitra Sergey Kuznetsov (sezione di Krasnozavodsk)

Sabato 22 settembre

ore 11:30 Volga NN-CSKA Mosca

Il Volga non conosce  la parola vittoria ormai da sette giornate, quando al debutto regolava la Dinamo. La sfida di lunedì a Perm ha lasciato strascichi negativi, soprattutto per come è maturata la sconfitta. Contro il CSKA appare molto complicata: gli uomini di Slutsky, escludendo la sfida con l’Aik, continuano a vincere, e hanno bene impressionato, seppur contro avversari di livello inferiore. Cinque vittorie di file, che hanno seguito un inizio non brillante e che hanno permesso al CSKA di tornare a lottare per il titolo. E a Nizhnyj Novgorod ci sono possibilità che rientri Doumbia. Squalificato Adjndjal mentre torna Bujvolov. Ancora problemi per Mark Gonzalez, che con l’Alaniya si è fatto male dieci secondi dopo il suo ingresso in campo.

Arbitra Vitaly Meshkov (sezione di Dmitrov)

ore 13 45 Dinamo Mosca-Amkar Perm

Su otto incontri la Dinamo ne ha persi sette. Questo fa capire la pesantezza del match con l’Amkar, reduce dalla bella vittoria sul Volga. L’ultimo posto sta cominciando a impaurire un club come la Dinamo, non abituato a questi piazzamenti, e ai poliziotti i tre punti sono necessari come il pane. Non ci sarà Shunin in porta, il che forse è meglio per Petrescu, e Kokorin è in dubbio. L’Amkar è imbattuto da cinque partite di fila, e fa della difesa la sua forza: è la terza miglior retroguardia del torneo.

Arbitra Aleksey Nikolaev (sezione di Mosca)

ore 16 Krylya Sovetov-Zenit San Pietroburgo

Una delle trasferte migliori possibili per tornare a vincere. E’ questo l’obiettivo di Spalletti e soci dopo l’aberrante prestazione esibita a Malaga. Il Krylya Sovetov, nonostante alcune buone individualità, può essere appagato dal successo a Saransk e lo Zenit è obbligato a passare a Samara. Potrebbe tornare Witsel, forse Criscito, più dura per Hubocan e Danny, che potrebbe essere impiegato in coppa mercoledì.

Arbitra Sergey Karasev (sezione di Mosca)

ore 18 15 Terek Grozny-Lokomotiv

Continuerà la corsa del Terek? L’avversario non è dei più comodi, anche se i ferrovieri non hanno mai avuto una grande tradizione a Grozny, eccetto nello scorso torneo quando passarono clamorosamente 4-0.  Nella sfida clou della giornata mancherà lo squalificato Varken, ma giocherà dal primo minuto Ailton, giustiziere dello Zenit. Assente il polacco Rybus, uno dei più in forma del Terek. Per la Lokomotiv tutti a disposizione, con Bilic intenzionato a fare il colpaccio.

Arbitra Aleksandr Egorov (sezione di Saransk)

Domenica 23 settembre

ore 13 Spartak Mosca-Rostov

Sfida appetitosa. Il Rostov è uscito rinforzato dal mercato, e dopo un inizio balbettante ha cominciato a raggiungere le posizioni che gli competono. Dall’altra parte lo Spartak ha fatto una buona impressione a Barcellona ma, come in Spagna, finora ha raccolto troppo poco. Fino ad ora, come il Terek, lo Spartak ha solo vinto in casa e punta a farlo anche domenica. Bisognerà vedere come avranno recuperato i giocatori dalla partita infrasettimanale, soprattutto sul piano delle energie mentali. Per i gialloblu, invece, non ci saranno Gatskan, Salata e Starikov.

ore 17 Rubin Kazan-Kuban

Il Rubin si rituffa nel campionato dopo la beffa subita a Milano. Per gli uomini di Berdyev, reduci da due sconfitte di fila, arriva il Kuban, che con l’arrivo di Krasnozhan ha ritrovato la luce e con i vari Fidler, Ozbiliz sta esprimendo un ottimo calcio. Torna Bocchetti dopo la squalifica, mentre sarà indisponibile Ansaldi. Il Kuban ha centrato per ora soltanto una vittoria su quattro trasferte.

Arbitra  Aleksey Es’kov (sezione di Mosca)

Lunedì 24 settembre

ore 17 Alania-Anzhi

Non un campo facile quello di Vladikavkaz, per un Anzhi che vuole tornare a vincere in campionato dopo l’opaca prestazione di Udine. L’Alaniya gioca molto bene in casa ed è trascinata da Neko: si prospetta una partita piena di spettacolo, anche perchè l’Anzhi può accusare un attimo di stanchezza. Non ci sarà Semberas, scioccamente espulso, come suo solito, col CSKA sette giorni fa.

Arbitra Vladislav Bezborodov (sezione di San Pietroburgo)

 

Condividi
Grande appassionato di calcio russo, tifoso dello Zenit San Pietroburgo. Estimatore del calcio giocato nei luoghi meno nobili e più nascosti, preferirebbe vedere un Torpedo-Alaniya rispetto a uno Juventus-Milan. Email: mbraga@mondosportivo.it