Primi sorrisi per la Ternana. L’Empoli rimedia la terza sconfitta consecutiva

Il match tra il peggior attacco e la peggio difesa del torneo cadetto viene deciso per ironia della sorte da un’autorete di quest’ultima. Gli umbri raccolgono i primi tre punti della stagione e tornano a respirare in classifica; resta, invece, critica la situazione dell’Empoli giunto alla terza sconfitta consecutiva. Quella dei toscani non è soltanto una crisi di risultati; c’è assenza di gioco e poca incisività in attacco, fattori importanti che potrebbero costar caro a Sarri.

PRIMO GOL ROSSOVERDE La Ternana si presenta all’appuntamento del “Castellani” con l’intenzione di sbloccarsi e cancellare quel fastidioso “0” in classifica alla voce gol segnati. Obiettivo che viene centrato al 16′ grazie all’aiuto di Pratali, sfortunato nel deviare di testa nella propria porta il cross dalla corsia mancina di Vitale. La rete interrompe un primo quarto d’ora di assoluto studio dove l’unica azione interessante arriva dal destro violento di Moro, deviato sulla traversa da Ambrosi. I toscani, costretti a rincorrere, rinvigoriscono la propria spinta offensiva intorno alla mezzora e Saponara, ben servito da Maccarone, colpisce la traversa piena. Nel finale di prima frazione è il direttore di gara a rendersi protagonista con due decisioni, una per parte, da meritevoli di moviola: prima non giudica da rigore un contatto dubbio in area tra Dossena e Litteri lanciato a rete, episodio che ricorda nella dinamica quanto avvenuto in Udinese-Juventus della scorsa settimana; a pochi secondi dal termine, poi, fischia la fine del primo tempo interrompendo un’azione locale e scatenando la loro rabbia.

DUMITRU, LA CONDANNA DELL’EX Il secondo tempo empolese è descrivibile con quattro semplici argomenti: mancanza di idee e di precisione nei passaggi, anche quelli più semplici, cross telefonati e una buona dose di sfortuna con la terza traversa odierna colpita da Saponara. Empoli incapace di impensierire il portiere ternano per sperare di recuperare l’ennesimo risultato deludente di qusto inizio di stagione. Un periodo negativo che rende sempre più traballante la panchina; nemmeno la freschezza atletica di Shekiladze e Pucciarelli riescono a migliorare le cose. La Ternana stringe i denti e orta a casa tre punti buoni come oro colato, divenuti realtà all’86’ quando Tonelli pasticcia da ultimo uomo e permette a Dumitru di chiudere l’incontro. Il classico gol dell’ex; una rete sentita come dimostra l’esultanza, ma poco gradita dai padroni di casa. Il giovane Dumitru, infatti, pecca di inesperienza e cade nella provocazione di Pratali, beccandosi un cartellino rosso diretto. L’Empoli chiude tra i fischi e la situazione di Sarri ora è in bilico.

EMPOLI-TERNANA 0-2 (0-1)

Empoli: Dossena, Laurini, Moro, Maccarone, Saponara (85′ Spinazzola), Regini, Pratali, Tonelli, Camillucci, Cori (74′ Shekiladze), Cristiano (68′ Pucciarelli). A disp: Pelagotti, Valdifiori, Ferreira, Signorelli. All. Sarri.
Ternana: Ambrosi, Ferraro, Vitale, Di Deo, Carcuro, Litteri (65′ Dumitru), Nolè (70′ Miglietta), Sinigaglia (55′ Ragusa), Lauro, Pisacane, Dianda. A disp: Brignoli, Fazio, Dumitru, Brosco, Maniero. All. Toscano.
Arbitro: Manganiello di Pinerolo
Reti: 16′ aut. Pratali (E), 86′ Dumitru
Note: Espulso Dumitru (89′) per un fallo di reazione su Pratali. Ammoniti: Maccarone, Saponara (E), Lauro, Dianda, Nolè, Dumitru (T)

Condividi
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal. Email: emodugno@mondosportivo.it