Cuore Udinese, Anzhi rimontato

L’Udinese blocca l’Anzhi dopo sei vittorie di fila, e lo fa meritatamente. Anzhi sprecone, che pecca di inesperienza e si lascia recuperare nel finale, anche se la rete dell’1-1 sarebbe potuta arrivare ben prima. Fino ad oggi l’Anzhi non aveva preso gol nella competizione.

PADELLI, CHE FRITTATA!-Un primo tempo equilibrato, deciso nel momento di maggiore spinta dell’Udinese. Sul cross di Traorè sono evidenti le responsabilità di Padelli, che devia in rete una palla che non sarebbe mai entrata. Di un altro passo comunque Traorè, che si va a guadagnare del nulla l’occasione che porta all’intervallo i suoi in vantaggio.

DI NATALE NEL FINALE– L’Udinese ci prova in tutti i modi, ma non è la sua giornata fortunata. Eto’o avrebbe al 78′ la palla del raddoppio, ma Padelli stavolta si riscatta. A tre dalla fine Basta si trova a un centimetro dalla porta, ma Pomazan si immola e lo mura. Nel recupero, la gioia: Di Natale mette dentro una respinta corta di Pomazan e il pari alla fine è meritato. Nonostante ciò la corsa verso la qualificazione è in salita, serve un impresa ad Anfield.

GUIDOLIN – “Questo forse è proprio il primo sorriso di tutti noi perché sembra una stagione un po’ stregata, sempre pensando che i meriti e i demeriti siano solo nostri e non che ci sia qualcosa che condizioni dall’alto o da chissà dove le nostre prestazioni e i nostri risultati. Se avessimo perso anche questa, non l’avremmo meritato”. Questo il commento del tecnico dei friulani, Francesco Guidolin, al termine del match: “E’ vero, ha risolto Totò Di Natale – ha aggiunto – ma tutta la squadra ha giocato un’ottima partita e ha inseguito questo risultato, nel primo tempo per cercare di andare in vantaggio, e nel secondo per cercare di rimediare. Oggi abbiamo rimediato e abbiamo visto anche le gambe andare di più. Per la prima volta abbiamo inseguito e non eravamo noi a essere inseguiti. Magari prima pensavamo di non essere capaci a gestire una partita, mentre oggi che dovevamo essere arrembanti lo siamo stati, anche dal punto di vista della condizione fisica. Mi auguro che questo sia un passaggio importante, prima di tutto dal punto di vista morale. Oggi la squadra mi è piaciuta perché era una squadra piuttosto nuova, dobbiamo fare in fretta a trovare la quadratura del cerchio”.

IL TABELLINO
UDINESE-ANZHI 1-1

Marcatori: 45′ Traoré, 91′ Di Natale
Udinese (3-5-1-1): Padelli; Benatia, Danilo, Domizzi; Faraoni, Badu (58′ Di NAtaòe), Willians (58′ Basta), Lazzari, Armero; Pereyra (76′ Pinzi), Ranégie. A disposizione: Pawlowski, Coda, Pasquale, Fabbrini. Allenatore: Guidolin.
Anzhi (4-2-3-1): Pomazan; Agalarov, Joao Carlos, Samba, Zhirkov; Jucilei, Boussoufa; Diarra, Eto’o, Shatov; Traorè (61′ Carcela-Gonzales). A disposizione: Dzhenetov, Lahiyalov, Tagirbekov, Logashov, Smolov, Gabulov. All. Hiddink.
Arbitro: Huseyin Gocek. Assistenti: Eyisoy-Aktas. Quarto uomo: Duran. Arbitri di porta: Yildirim-Kalkavan.
Ammoniti: 18′ Pereyra, 80′ Danilo, 83′ Zhirkov, 89′ Benatia, 90′ Boussoufa.
Recupero: 0′ e 4’.

Condividi
Grande appassionato di calcio russo, tifoso dello Zenit San Pietroburgo. Estimatore del calcio giocato nei luoghi meno nobili e più nascosti, preferirebbe vedere un Torpedo-Alaniya rispetto a uno Juventus-Milan. Email: mbraga@mondosportivo.it