Barcellona, successo di misura sullo Spartak

Uno Spartak umile e ordinato tiene testa alla squadra di Vilanova, e cade soltanto nei minuti finali, grazie a una doppietta di Messi. I russi erano anche stati in vantaggio sul 2-1, ma non portano a casa nulla. E’ altrettanto vero che non era oggi la giornata dove si dovevano prendere i punti qualificazione, e il pari a Glasgow agevola e non poco il compito degli uomini di Unay Emeri.

ALVES, CHE FRITTATA-Dopo il gol in avvio di Tello, che infila Dykan con un bel tiro a giro, lo Spartak non si disunisce e prova a impostare la manovra d’attacco. Alla mezz’ora arriva il premio: cross di Emenike, Dani Alves anticipa Welliton ma fa gol nella propria porta: 1-1 e tutto da rifare per i blaugrana

CI PENSA MESSI A SALVARE IL BARCA– Nella ripresa è il Barcellona a fare la partita, però lo Spartak in contropiede si rende pericoloso. Prima Mc Geady sfiora la traversa con un bel tiro da fuori; qualche minuto dopo, invece, è bravo a servire in profondita Romulo che, nel giorno del suo compleanno, non perdona. La reazione degli spagnoli è veemente, e Messi trova la doppietta che permette alla testa di serie del gruppo di partire con una vittoria. Desta comunque una buona impressione lo Spartak, che col Celtic a Mosca dovrà ottenere i  3 punti.

Condividi
Grande appassionato di calcio russo, tifoso dello Zenit San Pietroburgo. Estimatore del calcio giocato nei luoghi meno nobili e più nascosti, preferirebbe vedere un Torpedo-Alaniya rispetto a uno Juventus-Milan. Email: mbraga@mondosportivo.it