Juventus, un turn-over che non convince

Inutile negare che nel secondo tempo della sfida tra Genoa e Juventus, finita 3-1 per gli ospiti, i bianconeri abbiano mostrato il carattere tipico del loro DNA. Tuttavia c’è qualcosa che non convince. Il turn-over? Sì. Come ormai tutti penseranno, è fondamentale parlarne quando ci si riferisce a squadre impegnate in più competizioni. Più riposo, meglio è. Per la Vecchia Signora forse non va bene per il momento. Quattro innesti tutti in una volta, tra cui Caceres, De Ceglie, Matri e Giaccherini, unica riserva a offrire una buona prestazione, non hanno fatto la differenza. Ecco perchè, all’entrata in campo di Vucinic e Asamoah in primis, e di Lichtsteiner la squadra bianconera sembra essere cambiata tutta di un tratto. Visti i due esterni decisamente timidi e un attaccante ancora non in forma (parlo degli innesti di cui sopra ad eccezione dell’ultimo naturalmente), c’è da vedere ancora come si comporteranno le altre riserve, se così le possiamo chiamare. D’altronde il buon Carrera ha detto che non ci sono nè titolari nè riserve.

Condividi
Nato a Corleone l'1 luglio 1995, appassionato di calcio, ha già collaborato con Mondopallone ai tempi del vecchio sito. Collabora inoltre con tuttochampions.it dopo aver scritto anche per sportsbook24.net.