Un gol e due assist, Vucinic salva la Juventus: 1-3 a Genova

La Juventus soffre un tempo, e poi dilaga al Marassi, battendo 1-3 il Genoa. Partenza fiammeggiante del Genoa, che domina e passa in vantaggio con l’ex Immobile. Nella ripresa l’ingresso di Vucinic spariglia le carte in tavola, e i campioni d’Italia ribaltano il match con i gol di Giaccherini, Vucinic e Asamoah.

IL GOL DELL’EX LO SEGNA IMMOBILE- Il Genoa sfrutta subito l’effetto-Chelsea, e punisce le scelte di Conte e Carrera di far riposare Vidal, Asamoah e Vucinic. I grifoni partono a spron battuto, schiacciando i campioni d’Italia nella propria metà campo. A ripetizione prima Borriello e dopo Immobile sfiorano il gol dell’ex. Incredibile l’errore del centravanti ex Pescara che, lanciato da Antonelli, solo davanti a Buffon sciupa con un cucchiaio uscito male. Il numero 17 si rifà al 18′ quando di destro fredda Buffon dopo un triangolo stretto con Bertolacci, preferito a Merkel per ingabbiare Pirlo. Il Genoa continua ad assaltare la porta juventina, lasciando le briciole a Marchisio e compagni. La Juventus annaspa in difesa: Chiellini si fa umiliare nello stretto da Borriello, e tocca a Bonucci salvare in spaccata. I bianconeri cercano troppo la giocata, e poco il tiro in porta: e quando Giaccherini libera Matri davanti a Frey, il 32 bianconero sciupa in maniera incredibile.

SORPASSO JUVE- Dopo un inizio orgoglioso della Juventus, culminato nel palo di Giovinco, Carrera corre immediatamente ai ripari, e corregge la formazione iniziale. Al 55′ dentro Asamoah e Vucinic, e per il Genoa son dolori. Infatti, dopo la traversa di Borriello, la gara gira completamente al minuto 61′: Antonelli libera Bertolacci, che spara su Buffon; contropiede letale della Juventus, con Vucinic che smarca Giaccherini per il gol del pareggio. I rossoblù crollano fisicamente e psicologicamente: Sampirisi stende Asamoah in area e il montenegrino Vucinic sigla il gol del sorpasso. Con gli uomini di De Canio alle corde, c’è spazio anche per il gol dell’1-3 di Asamoah, propiziato, manco a dirlo, ancora dal numero 9 bianconero, che in chiusura sfiora anche la quarta segnatura per la Juventus. Grande prova di forza di Buffon e compagni nel ribaltare una partita che era iniziata nel peggiore dei modi.

Genoa-Juventus 1-3 (1-0)

Genoa (4-3-1-2): Frey: Sampirisi (77′ Ferronetti), Canini, Bovo (67′ Granqvist), Antonelli (82′ Melazzi); Jankovic, Seymour, Kucka; Bertolacci; Borriello, Immobile. A disp: Tzorvas, Stillo, Moretti, Anselmo, Tozser, Merkel, Jorquera, Piscitella. All. De Canio.
Juventus (3-5-2): Buffon; Bonucci, Barzagli, Chiellini; Caceres (76′ Lichtsteiner), Marchisio, Pirlo, Giaccherini, De Ceglie (55′ Asamoah); Matri (55′ Vucinic), Giovinco. A disp: Storari, Rubinho, Lucio, Marrone, Pogba, Vidal, Isla, Quagliarella, Bendtner. All. Carrera.
Arbitro: Rocchi.
Marcatori: 18′ Immobile, 61′ Giaccherini, 78′ rig. Vucinic, 84′ Asamoah
Note: ammoniti: Canini e Immobile (G), Pirlo, Bonucci e Barzagli (J)

Condividi
Nato a Roma nel 1986, laureato in Management delle Imprese Sportive. Nella vita un solo obiettivo: raccontare lo sport; il calcio in particolare. Attualmente collaboratore di bettingisland.it e tuttochampions.it. Email: sgiovampietro@mondosportivo.it