Serie A: Perle e Pirla 3° turno, Zeman va ko pure sul campo

Zeman, tecnico della Roma, conclude una settimana già infelice per due dichiarazioni fuori luogo, con un ko sul campo

Dopo la sosta per la nazionale torna la serie A e il terzo turno del massimo torneo nazionale non lesina di offrire spunti per l’appuntamento di ‘Perle e Pirla’:

La copertina delle perle, a mio giudizio, la merita Agazzi, portiere del Cagliari, che nell’anticipo del sabato, contro il Palermo, nega il gol a Miccoli niente di meno che di tacco. Ingannato dalla punizione ad effetto del capitano rosanero, il portiere rossoblu sfodera un colpo d’istinto prodigioso che gli vale un momento di gloria anche sul web, considerati i click del filmato del gesto in questione.

La seconda perla è collettiva e la merita il Bologna tutto con Alberto Gilardino su tutti. La formazione rossoblu, contro la Roma va sotto 2-0 e pare in balia dell’avversario. Nella ripresa però reagisce, acciuffa il pari e poi si aggiudica la vittoria con la doppietta dell’attaccante ex viola e il gol di Diamanti.

Di contro altare alla terza perla, il primo pirla della settimana è Zeman, allenatore della Roma. La figura la fa per due volte a livello mediatico per affermazioni in altrettante uscite pubbliche. Poi a livello tattico, visto che la sua Roma non riesce a gestire il doppio vantaggio e riesce addirittura a perdere nonostante la gara all’inizio sembri in tasca.

Altra figura da pirla per un altro allenatore; si tratta di Sannino, già da qualche ora ex tecnico del Palermo. Dopo essersi assunto nelle prime due giornate di campionato, colpe anche non sue, per le sconfitte di una squadra per l’ennesima volta rimescolata in fase di mercato, al primo punto conquistato riesce ad appaiare l’esonero. Al suo posto, il sito dei rosanero annuncia Gianpiero Gasperini. A lui non possono che andare i nostri migliori auguri.

Condividi
Laureato in Filosofia, ha deciso di applicare la materia di studio alla vita, prendendola spesso con filosofia. Prestato al giornalismo per caso, la passione per il calcio ce lo tiene incollato. Vanta comunque diverse esperienze più o meno fortunate.