Lega Pro Seconda Divisione, Renate-Savona 1-2

Nono minuto del secondo tempo. Il Savona rimane in dieci ed il Renate crede già di aver in mano almeno un pareggio. Smette di giocare non sfruttando l’uomo in più e viene punito dalla grinta e la voglia di vincere del Savona che ottiene i tre punti balzando solitario in testa alla classifica. E’ questo un po’ il riassunto della partita che ha visto comunque un Renate ben messo in campo e che ha giocato meglio del Savona nella prima frazione. Le gare però, si sa, durano novanta minuti.

Al “Città di Meda” si affrontano due delle tre capoliste. Renate e Savona vogliono vincere per provare a conquistare la vetta solitaria. Al 2’ sono subito gli ospiti che si fanno pericolosi. Virdis appoggia con un pallonetto la sfera a Scotto che prova una conclusione di prima intenzione ma trova pronto Santurro. Dieci minuti più tardi ecco il primo ruggito delle pantere. Malivojevic apre per Zanetti, cross dalla destra con Quintavalla che anticipa all’ultimo istante Brighenti spedendo la palla in angolo. Nel corso dell’intero primo tempo è Zanetti che fa impazzire la difesa ligure con le sue accelerazioni su entrambe le fasce.

Sono tantissimi i palloni messi in mezzo dall’attaccante di mister Sala ma nessuno di questi riesce ad essere finalizzato al meglio. Al 27’ però è il Savona a passare in vantaggio. Cattaneo serve Virdis che riesce ad entrare in area di rigore vincendo un paio di rimpalli. Solo davanti al portiere, conclude rasoterra ed infila la palla sotto il fianco di Santurro che per poco non riesce a compiere un miracolo fermando il tiro. Una doccia fredda per il Renate che non si abbatte e continua a macinare il suo gioco. Al 36’, Zanetti sulla sinistra punta l’avversario, rientra e scaglia un destro velenoso che si spegne di poco a lato. I nerazzurri ci credono e due minuti più tardi vanno vicino al pareggio con un colpo di testa di Ferrari su cross di Mantovani. Finalmente il gol dell’uno a uno si materializza proprio in chiusura di tempo. Mantovani batte veloce una punizione servendo Cavalli che mette in mezzo un cross basso dalla sinistra. Il destinatario all’interno dell’area piccola è Malivojevic che però riesce solo a toccare debolmente. La sfera rimane lì e Zanetti ne approfitta appoggiando in rete. Un pareggio meritato che è scaturito in un momento importante del match permettendo ai nerazzurri di andare al riposo con la carica giusta per affrontare il resto della gara.

Nei primi minuti del secondo tempo è il Savona che spinge colpendo una traversa all’8’ con Scotto. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo, l’attaccante ex Santarcangelo riceve palla da un cross di Cattaneo e gira di prima intenzione verso la porta centrando in pieno il legno. Un minuto dopo, la squadra ligure rimane in dieci a causa dell’espulsione di Taino per doppia ammonizione. Al 10’, il Renate prova subito ad approfittarne dando vita ad uno schema su calcio piazzato. Cavalli finta di scodellare la palla al centro servendo invece Adobati che crossa da fondo campo trovando pronto all’impatto Gavazzi. Lo stopper bergamasco colpisce bene ma la sfera carambola fuori dallo specchio della porta.

Dopo questo episodio il Renate si spegne e lascia campo al Savona, autore di un ottimo secondo tempo giocato su ritmi alti. Al 18’, grande intervento di Santurro che nega a Virdis la gioia del gol bloccando sulla linea un colpo di testa da posizione molto ravvicinata. Gli uomini di Corda non mollano e continuano ad attaccare. Al 35’ arriva il gol che chiude la gara, ancora una volta dai piedi di Virdis che sigla la sua quinta marcatura in tre gare. Passaggio filtrante che coglie impreparata la retroguardia del Renate con il top scorer del campionato che sbuca dalla destra ed infila di piatto Santurro. Un gol che non ci voleva data anche l’inferiorità numerica dell’avversario. Le pantere, negli ultimi dieci minuti di gara, tentano di impattare il match ma non creano azioni degna di nota. L’occasione del pareggio arriva però a recupero già inoltrato. Sulla palla messa in mezzo da Cavalli, Cioffi e Gualdi si ostacolano al momento della conclusione, con il centrocampista bergamasco che colpisce male spedendo il tiro alto sopra la traversa.

Arriva purtroppo la prima sconfitta stagionale in una partita che poteva regalare almeno un punto al Renate. Sicuramente un plauso va al Savona che ha interpretato la gara, da quando è rimasto in dieci uomini, in maniera perfetta sorprendendo i brianzoli. Nulla di grave comunque perché i ragazzi di Sala hanno dimostrato nella prima frazione di essere davvero una squadra tosta. Ora si tornerà al lavoro per preparare nel migliore dei modi la trasferta di Mantova.

Ufficio Stampa A.C. Renate

Condividi
Formato da una redazione dinamica e giovane, MondoPallone.it parla di calcio e respira sport. Sempre sul pezzo, continuamente all'opera per fornire un'informazione pulita, diretta, sincera. Email: redazione@mondosportivo.it